Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Emergenza sfollati a Genova, la luce alla fine del tunnel

Emergenza sfollati a Genova, la luce alla fine del tunnel

Sembra che l’emergenza abitativa degli sfollati a causa del crollo del Ponte Morandi vada verso la conclusone. Solo tre le famiglie da sistemare.

La tragedia del crollo del Ponte Morandi di Genova ha lasciato centinaia di famiglie senza un tetto sulla testa. L’impellente emergenza abitativa creatasi nelle ore successive al 14 agosto, giorno del cedimento del ponte, ha visto 216 famiglie alla ricerca di una casa alternativa in cui andare a vivere. Dei 216 nuclei familiari, 170 hanno optato per l’autonoma sistemazione, mentre altri 88 hanno usufruito degli alloggi messi a disposizione dagli enti pubblici. Sono tre, quindi, le famiglie che ancora non hanno deciso come sistemarsi.

Il punto è stato fatto nelle ultime ore dall’assessore comunale Pietro Piciocchi, che ha la delega ai rapporti con il commissario per la ricostruzione. La descrizione della situazione di emergenza abitativa, che sembrerebbe quasi risolta, è stata fatta a margine della consegna di 9 appartamenti di Cassa depositi e prestiti, su 40, ristrutturati nell’ex ospedale psichiatrico di Quarto. Piciocchi ha specificato che stanno sollecitando le tre famiglie che ancora non hanno comunicato al Comune la loro sistemazione, mentre un altro centinaio di persone stanno alloggiando in alberghi in attesa di potersi spostare negli appartamenti assegnati, ristrutturati e arredati.