ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 6 Dicembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

[rank_math_breadcrumb]

Elezioni RSU Pubblico: Landini scrive a lavoratori, pratichiamo la democrazia esercitando diritto di voto

In vista delle elezioni delle RSU dei settori pubblici e della conoscenza, che si svolgeranno il 5, 6 e 7 aprile, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, con una lettera ai dipendenti del settore pubblico e di quello privato, invita a praticare la democrazia esercitando il diritto di voto e a sostenere le persone che si sono candidate nelle liste della Cgil.

“Il 5, 6 e 7 aprile – scrive Landini – le lavoratrici e i lavoratori dipendenti dei settori pubblici, della sanità, delle autonomie locali, delle amministrazioni centrali, della scuola, dell’università, della ricerca e dell’AFAM, hanno il diritto di votare per eleggere, nel loro luogo di lavoro, le delegate e i delegati che formeranno la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU)”.

“La Cgil – prosegue il leader del sindacato di Corso d’Italia – da anni chiede al Parlamento e al Governo di fare una legge sulla rappresentanza affinché questo elementare diritto democratico venga esteso e garantito in tutti i luoghi di lavoro anche nei settori privati. Praticare la democrazia esercitando il diritto di voto è la condizione per costruire unità nel mondo del lavoro, per poter esercitare la contrattazione collettiva, per poter estendere tutele e diritti, per non subire decisioni, per partecipare scegliendo da chi ci si vuole far rappresentare”.

“Ho voluto rivolgermi – aggiunge Landini – direttamente ad ognuno di voi. Se sei una lavoratrice o un lavoratore del settore pubblico, ti chiedo di andare a votare e di sostenere le persone che si sono candidate nelle liste della Cgil. Se sei una lavoratrice o un lavoratore del settore privato, ti chiedo un impegno nella tua rete di relazioni, rapporti, conoscenze per far partecipare le persone al voto e sostenere le candidature nelle liste della Cgil”.

“Se ci pensiamo un attimo, – conclude il segretario generale della Cgil – persone che operano nei settori pubblici con il loro lavoro garantiscono i nostri diritti di cittadinanza. Il compito del nostro sindacato è proprio quello di unire la lotta contro la precarietà, per migliori condizioni di lavoro, con quella tesa a migliorare i servizi e le tutele per tutti i cittadini. Questo significa essere un sindacato confederale che vuole rappresentare e tutelare tutti i bisogni delle persone che per vivere hanno bisogno di lavorare Abbiamo bisogno di continuare a farlo. Far eleggere le delegate e i delegati della Cgil dipende da tutti noi. Mettiamoci subito al lavoro. Ti ringrazio per la tua attenzione e per quello che possiamo fare insieme”.