ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 8 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

è successo a Genova dove proprio i rapinatori sono stati costretti a chiamare la polizia

Nel centro storico di Genova, durante il giorno è la cultura a fare da padrona, ma durante la sera, si trasforma in un luogo dove forse è meglio non addentrarsi. Tutto è successo sabato notte, una vicenda immortalata anche in un video diffuso su molte chat. Hanno aggredito e rapinato un giovane in salita Pollaiuoli, ma quello che non si aspettavano è che il ragazzo avrebbe reagito, chiamando in soccorso gli amici. E così, i rapinatori hanno finito per scappare, e rivolgersi poi ai carabinieri per farsi aiutare. Protagonisti due giovani di origini algerine che hanno rubato il portafoglio a un 19enne di origini sudamericane. Il ragazzo si è subito lanciato all’inseguimento, chiamando a raccolta anche alcuni amici che si sono a loro volta messi sulle tracce dei due rapinatori, che nel frattempo si sono armati di un tubo di ferro per difendersi. L’inseguimento, culminato in rissa, ha di fatto attraversato gran parte del centro storico: da salita Pollaiuoli a San Donato, poi Caricamento, infine Sottoripa. Proprio in Sottoripa i due rapinatori (uno ferito alla testa) hanno deciso di citofonare alla stazione dei carabinieri della Maddalena, in via Ponte Calvi, per chiedere aiuto. Il piantone è quindi accorso, e armato di spray al peperoncino ha cercato di dividere i due gruppi.  Nel frattempo sul posto sono arrivati anche polizia Locale e Volanti, che hanno aiutato i carabinieri a gestire la situazione. I due rapinatori algerini sono finiti in ospedale con 15 giorni di prognosi e la denuncia a piede libero per rapina impropria, uno degli amici del giovane rapinato è stato invece denunciato per lesioni.