Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Droga nei bus di linea: ecco il narcotraffico in Toscana

Droga nei bus di linea: ecco il narcotraffico in Toscana

Dal porto di Livorno e poi in tutta la Toscana attraverso le trote o nei bus di linea: il viaggio della droga in Toscana.

La droga arriva in Toscana dal porto di Livorno. Da lì poi si sposta in tutta la regione nei modi più disparati. I giorni scorsi, la guardia di finanza ha sequestrato ben 644 kili di cocaina.

Ma come fanno gli spacciatori a spostare la merce all’interno della regione? Usano metodi estremamente creativi. La merce arriva nel nord Europa grazie a degli autisti di bus di linea che deviano dal loro percorso per delle consegne extra.

Il procuratore generale di Firenze Marcello Viola ha spiegato che: “Il mercato della droga non patisce flessioni e garantisce enormi guadagni è un fenomeno dilagante che suscita una sempre maggiore inquietudine, a causa della crescente domanda di stupefacenti in tutte le fasce sociali e dell’enorme volume di affari generato, che costituisce una fonte primaria di guadagni per ogni forma di criminalità, sia organizzata che comune”.

Il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho tempo fa aveva spiegato che: “A Livorno sbarca la cocaina per tutta Italia in porto operano strutture organizzate in cooperative con uomini della ‘ndrangheta”.

Un altro aspetto allarmante è che la droga venga ricercata sempre di più e da tutte le classi sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *