ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 3 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Donazioni: Gibelli, iniziativa Aspiag salva donne vittime di violenze

Consegnato ad associazione di Pordenone assegno di oltre 83mila
euro
Trieste, 22 mar – “La legge sul femminicidio da sola non basta,
sono necessarie infatti delle azioni a supporto delle vittime e
questa meritoria iniziativa di Aspiag Service va nella direzione
giusta, avendo individuato un’associazione impegnata da anni a
fornire aiuto e assistenza gratuita a tutte le donne costrette a
dover fuggire da abusi e violenze, salvando in questo modo loro
la vita”.
Lo ha detto oggi a Pordenone l’assessore regionale alla Cultura
del Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli, nel corso della
presentazione dell’iniziativa ‘Il mondo ha bisogno delle donne’
che ha visto la consegna all’associazione ‘Voce Donna Onlus’ di
Pordenone di un assegno di 83.552,96 euro, risultato della
raccolta promossa da Aspieg Service, concessionaria dei marchi
Despar, Eurospar e Interspar anche per il Triveneto.
Nel dettaglio in 221.665 occasioni dal 21 febbraio all’8 marzo di
quest’anno i clienti al momento di pagare la spesa hanno scelto
di arrotondare lo scontrino contribuendo così al progetto
benefico.
Come ha sottolineato l’assessore, l’ottimo risultato conseguito
va in parte attribuito all’opera di sensibilizzazione fatta dalle
cassiere e dai cassieri ai clienti nel momento del pagamento
della spesa.
“Queste operatrici e questi operatori – ha spiegato Gibelli –
hanno avuto un ruolo importante, a conferma del valore di una
categoria professionale alla quale dobbiamo dire grazie anche in
questa occasione, ricordando sempre il loro prezioso lavoro nel
periodo più duro dell’emergenza pandemica”.
L’assessore ha poi rimarcato, sul piano della parità di genere,
“l’efficacia e la concretezza di questo tipo di iniziative”
rispetto alla “sterilità” dei dibattiti come quello, ad esempio,
che vede al centro l’introduzione di un genere neutro nel
linguaggio con ibridazioni fonetiche che lo renderebbero, negli
intenti, più inclusivo.
Infine, come ricordato da Gibelli, l’associazione ‘Voce Donna
Onlus’ ha anche, tra gli altri, uno sportello a Tolmezzo. A tal
riguardo i maggiori contributi sono arrivati dai territori dalla
Val Canale e dalla stessa Carnia.
ARC/GG/pph