ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 12 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Donare sangue con sottofondo di “abbracciame”.

Sulle note della canzone di Sonnino si canta sui balconi ed in ospedale.

Cantano insieme, donatori e tutto il personale del centro, e intonano “Abbracciame” di Andrea Sannino, la canzone che sta diventando la colonna sonora dei flash mob dai balconi di Napoli, per sentirsi meno soli durante la quarantena per contenere il contagio del coronavirus. La gente si affaccia e canta e ora lo fa anche mentre dona il sangue. Nell’aria risuonano le note, si canta insieme e tutti, nessuno escluso, sono muniti dei dispositivi di protezione individuale. Un braccio teso da cui viene prelevato il sangue e l’altro che ondeggia sulle note della canzone.
    Tutte le poltrone disponibili sono occupate, nel rispetto delle distanze, che qui supera il metro come consigliato. Un medico riprende la scena, prima all’interno della stanza dedicata alla donazione, sorridono sotto le mascherineconsapevoli di fare qualcosa di utile in un momento difficile per tutti. Poi il medico, con il telefonino si sposta, esce dalla stanza e fuori, ognuno a debita distanze, c’è gente in attesa del proprio turno. Una ‘folla dispersa’ anche all’esterno, all’aria aperta, che aspetta di sottoporsi al prelievo di sangue.