Sei in: Home / Articoli / Ambiente / Dissesto idrogeologico, in arrivo 20 milioni per Lazio, Umbria, Campania e Sicilia

Dissesto idrogeologico, in arrivo 20 milioni per Lazio, Umbria, Campania e Sicilia

 

I progetti che ricevono il finanziamento nel Lazio sono 11 per un totale di 1,92 milioni di euro, in grado di attivare opere per oltre 85 milioni

Campania, Umbria, Lazio e Sicilia beneficeranno del fondo di rotazione per la progettazione di interventi contro il dissesto idrogeologico. Come ha infatti reso noto il ministero dell’Ambiente alle quattro regioni saranno assegnati circa 20 milioni di euro in finanziamenti, che permetteranno ai rispettivi presidenti, in qualità di Commissari di Governo, di far progredire opere per oltre 660 milioni sul territorio

Le opere in Campania

In Campania vengono finanziate 54 progettazioni per oltre 12 milioni di euro, in grado di attivare opere per circa 365 milioni di euro. Tra gli interventi finanziati ci sono la progettazione dell’intervento di mitigazione del rischio idrogeologico della foce del Volturno e del Litorale Domizio (Caserta) con 434mila euro, opera da 35 milioni di euro complessivi, mentre altri 256mila euro sono stati destinati alla progettazione del risanamento idrogeologico del Comune di Volturara Irpina (Avellino), opera da oltre 29 milioni di euro.

Le opere sull’isola

In Sicilia, come spiega il ministero, vengono finanziate le progettazioni di 32 interventi per un importo di oltre 5 milioni di euro, che attivano opere per 133 milioni di euro. Tra questi, sono stati destinati 511mila euro al ripascimento della spiaggia di Campofelice di Roccella (Palermo), opera da 45 milioni di euro e la mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nel Comune di Messina per 365mila euro, opera da oltre 8 milioni di euro.

Le operazioni previste nel Lazio

I progetti che ricevono il finanziamento nel Lazio sono 11 per un totale di 1,92 milioni di euro, in grado di attivare opere per oltre 85 milioni. Riceve, tra gli altri, il finanziamento del ministero di oltre 800mila euro, la progettazione della messa in sicurezza di alcuni fossi e canali nel Comune di Roma, per un importo delle opere di oltre 44 milioni di euro. Altri 927mila euro sono stati destinati al completamento dello scolmatore di piena del Fiume Liri (Frosinone), opera da oltre 38 milioni di euro.

Il cuore verde d’Italia

In Umbria, infine, vengono assegnati oltre 850mila euro per due grandi progetti, del valore complessivo di 83 milioni. Sono, nello specifico, il completamento della messa in sicurezza dal rischio idraulico lungo l’asta del Tevere a Citta’ di Castello (Perugia) e il risanamento idrogeologico del Fosso Santa Margherita a Perugia.

Check Also

Sanità, Ciacciarelli: “Asl Frosinone assediata dai creditori”

Sussiste un elevato contenzioso tra la Asl di Frosinone ed i terzi fornitori, derivante dal mancato …