Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Eventi > Dieci anni dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Dieci anni dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Il Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata festeggia i dieci anni dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. L’evento martedì 15 gennaio.

Martedì 15 gennaio 2019 il Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata (Crob), festeggerà i dieci anni di attività dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs), azienda ospedaliera di Rionero in Vulture (Potenza). L’evento “10 anni di Irccs” inizierà la mattina alle 9.30 all’auditorium Cervellino con i saluti istituzionali da parte del sindaco di Rionero Luigi Di Toro e del direttore generale Irccs Crob Giovanni Battista. In un primo momento ci sarà una tavola rotonda “Missione e Visione”, alla quale parteciperanno i tre direttori di dipartimento Michele Aieta, Aldo Cammarota, Giuseppe La Torre, il direttore scientifico facente funzioni Rocco Galasso, il presidente del consiglio di indirizzo e verifica Alessandro Sgambato, il componente del comitato tecnico scientifico Ruggero De Maria e il direttore generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità del Ministero della Salute Giovanni Lenonardi. La seconda parte della mattinata, invece, sarà dedicata alla storia dell’istituto, con una rassegna dei direttori scientifici e amministratori che hanno fatto la storia del Crob dal 1997.

“Oggi il Crob può festeggiare un importante traguardo assolutamente non scontato, quello dei dieci anni di Irccs”, spiega il direttore generale Giovanni Battista Bochicchio. “Un risultato che è frutto di scelte politiche lungimiranti e del lavoro di tutti i manager, i medici, i ricercatori, gli infermieri, i tecnici, gli oss, i dipendenti amministrativi e i collaboratori che hanno dato il meglio di sé nel lavoro quotidiano. Da un’idea partita negli anni 90 l’Irccs Crob è stato una scommessa che oggi possiamo dire vinta. Ma non possiamo fermarci, bisogna continuare a lavorare duramente affinché gli standard di eccellenza mantenuti fino ad oggi si evolvano verso mete sempre più alte consentendo all’Istituto di superare con agilità le future verifiche ministeriali con l’auspicio di poter festeggiare domani nuovi decennali a vantaggio della comunità lucana, italiana ed europea”, aggiunge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *