Sei in: Home > Edizioni Locali > Dia confisca beni per 1,5 milioni a Prato

Dia confisca beni per 1,5 milioni a Prato

La Dia ha confiscato beni per un valore totale di 1,5 milioni di euro a un imprenditore.

La Direzione investigativa antimafia di Firenze ha confiscato dei beni ad un imprenditore a Prato. Si tratta dell’imprenditore cinese Yunwu Cai, 38 anni e vive a Carmignano, in provincia di Prato.

L’uomo era già stato condannato  nel 2004 per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e gioco d’azzardo. Aveva infatti favorito l’immigrazione illegale di molti cinesi. Nel 2012, invece, era stato arrestato per contrabbando.

I beni confiscati questa volta dalla Dia hanno un valore complessivo di 1,5 milioni. Si tratta della conferma di un sequestro di beni effettuato a carico dell’uomo nel 2017.

All’interno dei beni sequestrati ci sono una villa a Tavola di Prato, quote di due società, conti bancari, tre vetture e altre disponibilità finanziarie di vario tipo.

La Dia ha iniziato ad indagare su di lui perché sospettava che il patrimonio provenisse da attività poco chiare. Non solo, si sospettava che guadagnasse molto più di quanto effettivamente dichiarava.