Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Delitto Piscitelli, Irriducibili: “Andremo al funerale”

Delitto Piscitelli, Irriducibili: “Andremo al funerale”

Gli ultrà della Lazio andranno al funerale di Diabolik anche senza autorizzazione.

Dopo il divieto di celebrare un funerale pubblico per l’ultrà della Lazio ucciso nel Parco degli Acquedotti, gli Irriducibili rispondono. Ovviamente a modo loro. Hanno appeso uno striscione che recita: “La morte è uguale per tutti… il funerale anche! Salutare Fabrizio é un nostro diritto!”.

Rita Corazza, la vedova di Piscitelli, ha fatto sapere che: “Stiamo depositando il ricorso al Tar ritengo il provvedimento anticostituzionale e non capisco quale sia il motivo di ordine pubblico per cui si vieta la funzione. Non vogliamo per Fabrizio un funerale sfarzoso, né un corteo. Chiediamo solo che mio marito abbia un saluto degno. Chiunque di noi lo merita”.

La signora ha più volete sottolineato che: “In chiesa solo i fiori dei familiari stretti. Inviterei chi pensa di portare un fiore per Fabrizio a fare una donazione a un’associazione che si occupa di bambini con fibrosi cistica. L’abbiamo già fatto poche settimane fa in occasione del matrimonio di mia figlia, perché non farlo ancora? Con la funzione imposta al cimitero Flaminio si impedisce a chi gli voleva bene di poterlo salutare per l’ultima volta” perché Piscitelli “sarà cremato e le sue ceneri le porterò a casa. Mio marito non era un mafioso. Non ha mai commesso reati che hanno a che fare con la mafia”.