ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 10 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Dalla Regione Lazio 5 milioni di Euro per la formazione sulla salute e sicurezza sul lavoro

5 mioni di uero dalla regione per formazione sicurezza lavoro

Nell’ambito del Programma FSE+ 2021-2027, la Regione Lazio stanzia 5 milioni di Euro alle imprese per la realizzazione di interventi di consulenza, formazione e informazione sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’avviso pubblico è in linea con il protocollo d’Intesa Più Salute e Sicurezza sul Lavoro sottoscritto il 29 aprile 2019 che mira a potenziare gli interventi tesi a rafforzare la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro e del benessere dei lavoratori, promuovendo la responsabilità sociale dell’impresa stessa.

Con questo investimento, la Regione Lazio intende favorire l’accesso delle imprese a sistemi organizzativi tecnicamente avanzati per la pianificazione e il coordinamento delle attività di prevenzione e gestione dei rischi legati alla sicurezza e alla salute

La misura premia gli interventi volti a contrastare i rischi di infortuni gravi e mortali e di prevenzione delle malattie professionali e l’adozione, quindi, di politiche organizzative della gestione della sicurezza a seconda del tipo di attività svolta (ATECO 2007) e delle macrocategorie di rischio individuate con l’Accordo adottato in Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano il 21 dicembre 2011:

  • rischio basso: le aziende del settore servizi, pulizie, commercio, studi professionali, ambulanti, artigianato e turismo;
  • rischio medio: le aziende dei settori agricoltura, silvicoltura e pesca, pubbliche amministrazioni, trasporti e magazzinaggio;
  • rischio alto: le industrie edili, alimentari, tessili, metalmeccanica, manifatturiere (come pelletterie), chimiche, le raffinerie, le industrie che si occupano della gestione dei rifiuti, del compartimento sanità e dei servizi residenziali e poi spettacolo, grandi eventi e altri.

FINALITÀ DEL’AVVISO PUBBLICO

  • favorire l’accesso delle imprese a sistemi organizzativi tecnicamente avanzati per la pianificazione e il coordinamento delle attività di prevenzione e gestione dei rischi legati alla sicurezza e alla salute, in ogni fase del ciclo produttivo;
  • promuovere il ruolo attivo dei lavoratori e dei datori di lavoro per la diffusione di modelli comportamentali e l’acquisizione di specifiche capacità di gestione anche delle emergenze;
  • assicurare la continua ricerca di soluzioni innovative e di strumenti organizzativi migliorativi delle condizioni di lavoro;
  • accrescere la conoscenza dei principali fattori di rischio per la salute e la sicurezza sul lavoro, quali cause di infortuni gravi e delle malattie professionali con riferimento specifico al comparto cui appartiene l’impresa;
  • favorire l’acquisizione da parte dei lavoratori di comportamenti adeguati alle procedure di sicurezza, alla gestione dei rischi e delle emergenze con riferimento specifico ai rischi specifici legati al comparto cui appartiene l’impresa e le misure specifiche messe in atto per prevenire tali rischi, nonché sulle procedure di sicurezza e di igiene di cui l’azienda si è dotata;
  • fornire strumenti cognitivi e comportamentali per favorire l’autotutela dei lavoratori ai fini di una maggiore prevenzione;
  • favorire l’acquisizione di capacità di gestione dei rischi nelle imprese;
  • valorizzare degli Organismi Paritetici costituiti a norma dell’art. 51, d.lgs. n. 81/2008 e s.m.i., presenti nell’ambito regionale per la formazione dei lavoratori e dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS e RLST)

CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI

Le proposte saranno finalizzate alla predisposizione e adozione di modelli organizzativi e sistemi di gestione sperimentali e innovativi (Azione 1) e alla realizzazione di interventi di formazione continua (Azione 2) per aggiornare ed accrescere le competenze dei lavoratori e dei datori di lavori, in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. I progetti prevedono obbligatoriamente l’esecuzione di entrambe le Azioni.

DESTINATARI DELLE AZIONI

Azione 1 – Attività di analisi e progettazione di modelli organizzativi e sistemi di gestione in materia di sicurezza e salute in ambito lavorativo:

  • titolari di impresa e/o datori di lavoro;
  • dirigenti e/o personale con funzioni apicali;
  • personale responsabile della sicurezza e della salute in ambito lavorativo.

Azione 2 – Attività formativa:

  • lavoratori occupati presso imprese operanti in unità localizzate nel territorio
  • titolari di impresa e/o datori di lavoro.

BENEFICIARI DELL’AVVISO PUBBLICO

  • Imprese (anche in forma associata) aventi sede legale e operativa nella Regione Lazio oppure aventi sede legale fuori dal Lazio ma almeno una sede operativa ubicata nel territorio regionale
  • Organismi di Formazione professionale già accreditati ai sensi della D.G.R. n. 682/2019 per la macrotipologia “Formazione continua”.

FINANZIAMENTO

Il finanziamento massimo per ogni progetto è definito sulla base di fasce per dimensione d’impresa;

  • Fino a 10 dipendenti: 30.000 Euro
  • Da 11 a 50 dipendenti: 80.000 Euro
  • Oltre 50 dipendenti: 120.000 Euro

SCADENZA DOMANDE

Le domande dovranno essere presentate da martedì 8 marzo 2022 a giovedì 7 aprile 2022.

Leggi anche

Innovazione sostantivo femminile 2022

Fondo Impresa Femminile

Diamo liquidità ai tuoi progetti con FinanziArtigiano

Calendario corsi di formazione per la sicurezza sul lavoro