ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Cultura: inaugurato èStoria, festival è anticorpo a disinformazione

Gorizia, 27 mag – Il festival èStoria è il più grande anticorpo
alla disinformazione e con il tema di quest’anno, dedicato ai
Fascismi, contribuisce a fornire gli strumenti di conoscenza
necessari a comprendere l’attualità e i drammi che stanno
accadendo oggi in Europa.

Questo in sintesi il messaggio che l’assessore regionale al
Patrimonio ha portato a Gorizia in occasione dell’apertura
ufficiale del festival èStoria che si svolge da oggi a domenica
nel cuore della città.

L’assessore ha portato il saluto del presidente e dell’assessore
regionale alla Cultura assieme alla riconoscenza di tutta
l’Amministrazione regionale a Adriano Ossola, ideatore del
festival giunto all’edizione della maturità con i suoi diciotto
anni.

Un richiamo è andato anche al ruolo internazionale della
manifestazione che sarà uno dei punti di riferimento ed un perno
delle attività in funzione di Nova Gorica – Gorizia Capitale
europea della Cultura 2025.

Con più di 200 ospiti protagonisti di circa 120 appuntamenti,
anche quest’anno, per la seconda volta, il festival si sdoppia
tra la sessione tradizionale, il cui comitato scientifico è
diretto da Paolo Mieli, ed èStoria Film festival, diretta da Gian
Piero Brunetta. Tra le sezioni del festival si riconfermano anche
èStoriaFVG, dedicata al territorio, èStoria Giovani, in
collaborazione con Punto Giovani e Informagiovani del Comune di
Gorizia e La Storia in Testa, dedicata alle novità editoriali e
agli anniversari.

La tre giorni si è aperta con la lectio di Fabio Mini dedicata a
“Ucraina: la storia, la guerra”. Cause remote e contingenti,
analisi strategica e prospettive di un conflitto armato ed
economico che sconvolge la geopolitica mondiale sono state prese
in esame dal Generale di Corpo d’Armata in quiescenza già Capo di
Stato Maggiore di Comando Nato delle Forze Alleate del Sud
Europa, che ha guidato per un anno la Forza internazionale di
sicurezza in Kosovo (KFOR) e la cui esperienza lo colloca tra i
massimi esperti di geopolitica militare al mondo.
ARC/SSA/pph