Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Crollo dell’ultra-destra in Austria: trionfo dei popolari

Crollo dell’ultra-destra in Austria: trionfo dei popolari

image_pdfimage_print

I popolari di Sebastian Kurz hanno vinto le elezioni politiche in Austria. Crolla l’ultradestra, calano i socialdemocratici. La Spoe è in seconda posizione, davanti ai populisti dell’Fpoe che risentono dello scandalo Ibiza-gate. Dopo la debacle del 2017 tornano in parlamento i Verdi, mentre i liberali Neos sono al 7,8%. Cala l’affluenza ma resta comunque notevole, con il 76,6%. Alle politiche del 2017 l’80% degli aventi diritto si recarono alle urne.

Il ministero dell’Interno austriaco ha reso noto in serata i risultati provvisori, dopo lo scrutinio delle schede elettorali, senza però quelle per corrispondenza. La Oevp di Sebastian Kurz vola al 38,4% (+6,9), i socialdemcoratici Spoe si fermano al 21,5% (-5,3) e la ultradestra Fpoe crolla al 17,3% (-8,7). I Verdi crescono al 12,4% (+8,6) e i liberali Neos al 7,4 (+2,1).

“Eravamo convinti che avremmo incassato un bel risultato, ma un successo di questa portata non se lo aspettava nessuno”, ha detto il leader dei popolari austriaci Sebastian Kurz salutando dal palco a Vienna i suoi sostenitori. “Sono stati quattro mesi difficili, ma gli austriaci ci hanno riportati qui”, ha aggiunto. “Di solito non mi mancano le parole, ma oggi ne sono vicino”, ha scherzato. “Si tratta di un grande voto di fiducia che noi rispetteremo. Faremo del nostro meglio per questo bellissimo paese”, ha concluso Kurz.