ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 16 Maggio 2022
20:54

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Covid: in Francia 271mila contagi in 24 ore. Gb, impennata dei casi

 

E’ record di contagi da Covid nel mondo: tsunami Omicron sugli Usa, 1 milione di nuovi casi, in Francia 300mila in un giorno, in Gran Bretagna oltre 200 mila, picco assoluto da inizio pandemia.

E’ record anche in Svezia, anche i reai contagiati

Ecco, in sintesi, un quadro della situazione per paese

GRAN BRETAGNA

S’impennano a 218.724, picco assoluto da inizio pandemia e per la prima volta oltre quota 200.000, i contagi da Covid censiti nel Regno Unito nelle 24 ore, ormai alimentati in larga parte dalla variante Omicron.

Lo certificano – su un totale di ben oltre 1,7 milioni di test – i dati di giornata, che indicano viceversa a livelli stabili a non oltre 48 i morti registrati, ma rivelano anche un balzo del totale dei ricoveri in ospedale a oltre 14.000, duemila circa più di ieri. Quanto ai vaccini, le terze dosi raggiungono il 60% della popolazione over 12 e il 75% degli aventi diritto (ossia tutti gli ultra diciottenni).

I 218.000 contagi Covid censiti oggi nel Regno Unito, anche se comprendono alcuni test relativi a giorni precedenti, dimostrano che la pandemia non è finita e che chi lo pensa “si sbaglia profondamente”. Lo ha detto il premier Boris Johnson in un briefing, aggiungendo tuttavia che Omicron appare essere più leggera delle variante precedenti e che questo, unito ai vaccini, sta contenendo il numero dei casi gravi: con i ricoveri in significativo aumento negli ospedali, ma molto meno delle ondate precedenti in terapia intensiva. Di qui la decisione di non imporre altre restrizioni oltre quelle attuali e di “non richiudere il Paese”.

SVEZIA

Il re di Svezia Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia sono risultati positivi al test per il Covid. “Il re e la regina, che sono completamente vaccinati con tre iniezioni, hanno sintomi lievi e si sentono bene, date le circostanze”, ha riferito il palazzo, nel giorno in cui l’agenzia sanitaria nazionale ha dato conto di un nuovo record di contagi, 11.507, al 30 dicembre, rispetto al picco precedente di 11.376 casi. Lo riporta il Guardian, ricordando che la nuova ondata, in parte alimentata da Omicron, ha colpito la Svezia più tardi rispetto ai vicini nordici, ma nelle ultime settimane ha portato a un forte aumento di casi e ricoveri.

FRANCIA

Nuovo record di contagi in 24 ore in Francia, 271.686 secondo la struttura pubblica francese della Sanità. Il ministro della Salute, Olivier Véran, aveva parlato davanti ai deputati di “poco meno di 300.000” qualche ora fa. Supera per la prima volta da mesi quota 20.000 il numero dei malati di Covid ricoverati (20.186), quasi 600 in più di ieri. Nei reparti di rianimazione e di terapia intensiva i pazienti sono 3.665, 11 in più di ieri. Sono stati 297 i decessi registrati oggi. Oltre 25,5 milioni di francesi hanno avuto una dose di richiamo, 51.833.129 persone hanno uno schema vaccinale completo.

STATI UNITI

Uno tsunami Omicron si abbatte sugli Stati Uniti dopo le festività di fine anno. Nella sola giornata di lunedì i casi di contagio sono stati oltre un milione, il doppio rispetto a quattro giorni fa e il quadruplo in poco più di una settimana. I drammatici dati sono della Johns Hopkins University, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg che spiega come i numeri potrebbero essere persino sottostimati, non tenendo conto dei tantissimi americani che oramai si affidano ai test anti Covid fai da te utilizzati in casa.

Dall’inizio della pandemia negli Usa i contagi sono oltre 56 milioni e le vittime del virus quasi 830 mila. In Florida, uno degli stati Usa meno restrittivi, i contagi sono cresciuti del 948% in due settimane.

ISRAELE

“Non abbiamo alcuna politica che punti all’immunità di gregge. Non vogliamo che tutti vengano contagiati, ci mancherebbe altro! Qui c’è un virus nuovo, che non conosciamo in maniera sufficiente. Non sappiamo quali potrebbero essere le sue conseguenze future”: lo ha chiarito la scorsa notte alla televisione pubblica Kan il coordinatore israeliano della lotta al Covid, prof. Saman Zarka. “Pertanto è opportuno che tutti andiamo a vaccinarci, che teniamo le mascherine e ci proteggiamo”. Intanto il numero dei contagi cresce con grande rapidità. Ieri sono stati oltre 10 mila, su 220 mila tamponi.

Uno studio israeliano ha scoperto che la quarta dose di vaccino anti-Covid aumenta di cinque volte gli anticorpi dopo una settimana dalla sua somministrazione. Lo ha riferito il primo ministro Naftali Bennett, citando studi preliminari. “Una settimana dopo l’iniezione della quarta dose, sappiamo con maggiore certezza che è sicura ed efficace: c’è un aumento di cinque volte del numero di anticorpi nella persona vaccinata”, ha detto Bennett ai giornalisti uscendo dal laboratorio del centro medico Sheva.

INDIA

La capitale dell’India, New Delhi, imporrà un coprifuoco nel fine settimana per cercare di frenare la diffusione della variante Omicron del coronavirus. Lo hanno annunciato le autorità locali secondo quanto riportato dal Guardian inviatndo anche la maggior parte degli uffici a far lavorare da casa metà dei dipendenti, compresi tutti i funzionari governativi ad eccezione di quelli impegnati in servizi essenziali. Delhi ha riportato circa 11.000 casi positivi negli ultimi 8-10 giorni, di cui 350 ricoverati in ospedale. L’India ha contato ieri un totale di 37.379 nuovi casi di Covid-19, il dato più alto da settembre. Quasi 2mila sono riferibili alla variante Omicron. Tra i contagiati, il governatore della capitale, Arvind Kejriwal e altri membri della sua amministrazione. Secondo N K Arora, presidente del Comitato nazionale di coordinamento sul Covid, l’impennata dei nuovi casi nell’ultima settimana dimostra che “è ormai in atto la terza ondata, come in parecchi altri paesi del mondo. Ma questo non significa che sia necessario farsi prendere dal panico”. Arora ha ricordato l’andamento dell’infezione in Sudafrica, sottolineando le somiglianze epidemiologiche tra i due paesi. “Dopo solo due settimane, la curva in Sudafrica è tornata calante, e la maggioranza dei positivi si è rivelata asintomatica o affetta da una forma lieve della malattia. In India abbiamo percentuali di immunizzazione molto più alte del Sudafrica, con il 90 per cento degli adulti vaccinati con almeno una dose. Anche da noi è probabile che il picco verrà raggiunto nelle prossime due/tre settimane, ma senza le conseguenze devastanti che abbiamo conosciuto nella seconda ondata, la primavera scorsa”.

Esecuzioni Immobiliari

Visualizza tutte le vendite giudiziarie pubblicate su ogginotizie.it di:

Servizio Bancomat Internazionale

Assistenza Tecnica Installazione ATM

A Sostegno del Paese

Le Tre Storie Capitali

a cura di

Sondaggi

Opinioni

Dai un voto

Dai un'opinione

Effettua una ricerca

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Meteo

Oroscopo

Mercati Finanziari

Offerto da Investing.com

Sosteniamo...

L'angolo delle rimembranze...