Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Costa: “Più arresti e sanzioni per la Terra dei Fuochi”

Costa: “Più arresti e sanzioni per la Terra dei Fuochi”

Costa: “Controllo più stretto sulla Terra dei Fuochi, bilancio positivo”.

Sergio Costa, al termine un comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, svoltosi in prefettura per monitorare la situazione della Terra dei Fuochi ha dichiarato che: “Rileviamo che, dal punto di vista del Controllo, le maglie si sono fortemente strette perchè abbiamo avuto il raddoppio degli arresti e delle sanzioni sia amministrative che penali. Le forze che presidiano il territorio stanno lavorando bene”.

Dall’incontro a cui hanno partecipato i dirigenti delle diverse forse dell’ordine locali, è emerso che nei primi 4 mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo del 2018, i controlli sono aumentati.

Non solo, sono aumentati anche i sequestri e gli arresti. In particolare, nelle zone di Napoli e Caserta, le attività controllate sono cresciute da 469 a 506. Quelle sequestrate da 119 a 132. I veicoli sequestrati invece sono passati da 340 a 393. Facendo invece un bilancio sulle persone controllare, sono passate da 2930 a 4190, mentre le arrestate da 19 a 30.

Costa ha concluso che: “È chiaro che i criminali ambientali ci sono ancora. Ma, intanto, il lavoro procede bene e lo stiamo monitorando ogni tre mesi. Noi non moliamo e chiediamo a tutti di considerare la terra dei fuochi e il suo presidio ambientale e sanitario una priorità del paese Italia”.