Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Corpi a terra davanti all’ospedale di Venezia

Corpi a terra davanti all’ospedale di Venezia

 

Corpi a terra davanti all’ospedale: «No al declassamento del Civile di Venezia»
„ittadini, comitati, associazioni, sindacati e politici in campo Santi Giovanni e Paolo domenica, a manifestare contro le schede della Regione Veneto che declassano l’ospedale Civile a struttura di base, facendogli perdere il ruolo di primo livel“
„Tutti stesi a terra in campo, i manifestanti hanno finto di essere morti e si sono sdraiati gli uni accanto agli altri in segno di protesta contro il ruolo secondario che si vorrebbe attribuire al civile, per dare centralità all’ospedale dell’Angelo di Mestre. «Inaccettabile», hanno ripetuto in tanti davanti all’ospedale. «Significherebbe dare un colpo mortale alla città, quella viva, fatta da chi ancora risiede stabilmente a Venezia, ma anche da chi lavora, studia, e i milioni di turisti che la vengono a visitare. Non garantire un ruolo di primo ordine all’ospedale veneziano – hanno ricordato politici e cittadini – significa condannarlo ad avere meno risorse, quindi a non essere in grado di garantire la sanità, che è un diritto». «Siamo nati, siamo stati accuditi, coccolati all’interno di questa struttura e vogliamo che qui passino tante altre generazioni, “zo e man dall’ospeal”».