ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 27 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Coronavirus: 615 contagi in Lombardia, 57 in provincia di Pavia

Sono 531 al momento i contagiati lombardi da coronavirus (dati Protezione civile). In cima alla classifica Lodi con 182 casi, seguita da Cremona (123), Bergamo (103) e Pavia (57), Milano città e provincia (29), Brescia (13), Monza e Brianza (6), Sondrio (3), Varese (3), Mantova (1). Inoltre, sono 20 i positivi in fase di ospedalizzazione e isolamento.

In serata l’assessore regionale Gallera ha aggiornato i dati della Lombardia: “Siamo a 615 tamponi positivi, realizzati su un totale di 5.723 tamponi effettuati, circa il 12%. Sono ricoverati 256 pazienti più 80 in terapia intensiva, sono meno rispetto a venerdì”. casi in aumento, ma ricoveri dunque in calo.

I casi della provincia di Pavia sono stati accertati a Pavia, Vigevano, Voghera, Stradella, Garlasco, Santa Cristina, Zavattarello, Ponte Nizza, Pieve Porto Morone, Badia Pavese, Albuzzano, San Genesio,  Chignolo Po, Copiano, Vistarino, Miradolo (per i medici, è indicata la località dove hanno lo studio). La gran parte sono in isolamento a casa.

Ci sono 7 pazienti gravi in Rianimazione (tutti da Lodi e Cremona), 30 pazienti in malattie infettive in condizioni meno gravi (di cui 10 pavesi).

Sono al momento 888 le persone che hanno contratto il coronavirus in 13 regioni e in una Provincia autonoma. Sono 21 le persone decedute. Lo riferisce il Comitato operativo insediato presso il Dipartimento della Protezione Civile, dove proseguono i lavori per assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile. Nel dettaglio, i casi accertati di coronavirus in Lombardia sono 531 (615 secondo l’ultimo aggiornamento della Regione), 151 in Veneto, 145 in Emilia-Romagna, 19 in Liguria, 11 in Piemonte, 8 in Toscana, 6 nelle Marche, 4 in Sicilia, 4 in Campania, 3 nel Lazio, 3 in Puglia, 1 in Abruzzo, 1 in Calabria e 1 nella Provincia autonoma di Bolzano. I pazienti ricoverati con sintomi sono 345, di cui 64 sono in terapia intensiva, mentre 412 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 46 le persone guarite.