Sei in: Home > Articoli > Economia > conto deposito vincolato: cos’è e come sceglierlo

conto deposito vincolato: cos’è e come sceglierlo

Conto deposito vincolato: cos’è e come sceglierlo

In tempi di instabilità economica, ogni entrata acquisisce più valore e, se si dispone di un gruzzolo di denaro da poter investire, un conto deposito può rivelarsi la soluzione più sicura da prendere in considerazione. In cosa consiste? Innanzitutto, si possono distinguere due tipi di conto:

Conto deposito libero (non vincolante): i soldi vengono depositati per un periodo scelto del cliente ma possono essere sempre prelevati e per questo il guadagno finale resta molto contenuto.

Conto deposito vincolato: il denaro viene bloccato ed il rendimento ottenuto dagli interessi versati dalla banca per il tempo stabilito è più alto. Chi può farlo? Come valutare l’opzione più adatta a noi? Analizzeremo di seguito come trovare il miglior conto deposito vincolato e perché preferirlo a quello libero.

Conto deposito a tempo: a chi è rivolto e quali sono i vantaggi

Come accennato in precedenza, questo tipo di conto permette di depositare il proprio capitale (da un minimo di circa 1000 euro) senza mai toccarlo, per un tempo che può partire dai 3 mesi e superare i cinque anni, ricavandone un interesse che varia a seconda del periodo e della somma in giacenza. Partendo dal presupposto che, a fronte di un fallimento della banca, secondo la legge e grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, tutti i conti garantiscono che le somme fino a cento mila Euro siano restituite ai correntisti, si può dire che investire in un conto deposito vincolato mostri più vantaggi che svantaggi. Basti magari pensare che, ad esempio, le obbligazioni e le azioni sono invece soggette a rischi derivanti dalle fluttuazioni di mercato. Entrambi i tipi di deposito poi godono nel non avere spese di apertura né di gestione.  A differenza del conto libero però, nel modello di conto in esame, a parità di periodo di deposito, i ricavi appaiono nettamente superiori. Inoltre, il conto libero presenta un’altra criticità: il tasso di interesse non rimane fisso per la durata del vincolo stabilita, come invece avviene nel caso del conto vincolato.

Scelta del miglior conto deposito online 

Un fenomeno che da qualche anno ormai ha reso più accessibile a tutti il mondo della finanza riguarda i conti online. Quasi tutte le banche offrono infatti la possibilità di saltare le file agli sportelli grazie alla sottoscrizione di conti online, e di usufruire, quindi, di tutti i benefici dell’online banking: restando comodamente a casa o utilizzando un’applicazione del cellulare dedicata, è sempre più facile, infatti, accedere al nostro estratto conto ed effettuare bonifici o altre operazioni. In questo senso, per rendere più agile e semplice la ricerca del tipo di conto adatto alle nostre esigenze, sono spesso presenti sui siti degli istituti bancari degli appositi calcolatori. Questi simulatori, dal funzionamento molto intuitivo, consentono di stabilire in pochi secondi il tasso di interesse inserendo come paramenti di ricerca la quantità di denaro il tempo desiderato di deposito. Prima di accendere un conto, si considerino anche le periodiche promozioni delle banche: solitamente, ad esempio, sono offerte che interessano la nuova clientela, oppure la cosiddetta nuova liquidità, ovvero il denaro aggiunto su un conto già esistente.

Volete far fruttare i vostri grandi o piccoli capitali? Ora sapete come fare. Senza sorprese.