ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Comunicato del 10 giugno 2022 In commissione Cultura e Attività produttive aggiornamento sulla regolamentazione del commercio

Contenuto della Pagina

Comunicato del 10 giugno 2022 In commissione Cultura e Attività produttive aggiornamento sulla regolamentazione del commercio

Oggi la commissione Cultura e Attività produttive ha incontrato l’assessora Teresa Armato per un confronto sul lavoro di nuova regolamentazione del commercio, in particolare, in vista della scadenza, il 17 giugno, dell’ordinanza sindacale n. 59 del febbraio 2022 “disposizioni a tutela della sicurezza e vivibilità urbana”.

L’assessora ha spiegato di essere al lavoro, a stretto contatto con l’assessore alla Legalità, Antonio De Iesu, ad un pacchetto di riforme delle regole che preveda, da un lato, l’intervento sulla sicurezza urbana che riproporrà una serie di prescrizioni e inasprirà le sanzioni, dall’altro, un documento che detti le norme di convivenza civile tra cittadini ed esercenti, quest’ultimo ispirato a criteri di concertazione e autoregolamentazione da parte degli operatori commerciali. Dal lato sicurezza, l’orientamento dell’amministrazione è di non prorogare l’ordinanza movida, anche se i tempi sono piuttosto ristretti, non tanto per la redazione dei regolamenti, che recepiranno le indicazioni espresse dal Consiglio e le proposte avanzate in commissione, quanto per il necessario e delicato confronto con le categorie e i successivi passaggi delle proposte prima che queste arrivino all’approvazione del Consiglio comunale. È al lavoro, intanto, il tavolo comune tra Soprintendenza, Camera di Commercio, Università e Comune sui “Dehors”: dal loro lavoro nascerà la disciplina che, dopo il 30 settembre, dovrà regolare le occupazioni di suolo pubblico nel centro storico. Due sono i principi, ha concluso Armato, che devono presiedere a quest’ultimo ambito: il decoro urbano e il rispetto della vocazione della città che deve poter vivere all’aperto.

Il consigliere Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) ha suggerito di tenere sempre insieme le prescrizioni e sanzioni, e ciò per consentire a chi deve controllare e sanzionare di avere un riferimento preciso. Inoltre, già ora c’è l’esigenza di maggiori controlli in quanto soprattutto nel centro storico si registrano violazioni molto gravi delle regole vigenti. Per la consigliera Flavia Sorrentino (M5S) è importante inserire nel regolamento, oltre che il riferimento alla Consulta della Notte, la figura del Garante della Notte, figura intermedia di riferimento sia per i cittadini che per gli operatori commerciali; importante anche prevedere forme di premialità per chi si attiene alle regole e inasprire le sanzioni per chi vende alcolici ai minori. Per Alessandra Clemente (Gruppo Misto) la recrudescenza dei reati predatori che si registra recentemente dimostra che i problemi della movida non si possono affrontare solo in termini di orari di chiusura: la movida è una risorsa, e molto più utili a risolverne i problemi sono figure di mediazione e, ad esempio, l’estensione degli orari dei servizi pubblici.