Sei in: Home > Edizioni Locali > Ciampino: Giornata del Ricordo all’insegna delle polemiche

Ciampino: Giornata del Ricordo all’insegna delle polemiche

image_pdfimage_print

Giornata del Ricordo all’insegna delle polemiche a causa delle polemiche scatenate dal professore revisionista.

La Giornata del Ricordo a Ciampino è stata all’insegna delle polemiche. All’interno della sala consiliare Pietro Nenni, c’erano il professor Petro Cappellari, nostalgico del Ventennio, insieme alla sindaca Daniela Ballico di Fratelli d’Italia.

Fuori il presidio antifascista. È la seconda volta in tre giorni che gli antifascisti organizzano un presidio contro il Comune e la sua vicinanza ai fascisti del terzo millennio.

La protesta antifascista non è una sorpresa. Era stata annunciata, in seguito al rifiuto della giunta di centrodestra di non invitare lo scrittore revisionista. Nonostante le numerose richieste, la giunta non ha voluto sentire ragioni. Per questo motivo, gli antifascisti si sono mobilitati.

Il professor Cappellari era finito più volte al centro di polemiche per le sue posizioni apertamente negazioniste sulla lotta di Liberazione dal regime nazi-fascista.

Cappellari, inoltre, è autore di varie pubblicazioni che spesso vengono presentare nelle sedi di Forza Nuova e di CasaPound. Tra queste “I legionari di Nettunia. I caduti della Repubblica sociale italiana di Anzio e Nettuno” e “Nettunia una città fascista”.

Il professore si è anche fatto fotografare più volte con sotto il simbolo di CasaPound oppure davanti a un carro armato dell’esercito nazista su Facebook con una didascalia discutibile: “Finalmente i camerati germanici sono venuti a liberarci”.