Alpinista precipita e muore in Val Gardena

 

Incidente mortale questa mattina sul Sasso Lungo, in val Gardena. Verso le 7.30 un alpinista è precipitato durante la scalata della vetta, alta 3.181 metri.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il soccorso alpino e l’elisoccorso Pelikan 1 che ha recuperato il cadavere.
Si tratta del terzo morto in montagna negli ultimi tre giorni in Alto Adige. Ieri è precipitato un altoatesino di 49 anni dalla Cima San Giacomo, in Val Sarentino, mentre giovedì un sacerdote austriaco di 78 anni ha perso la vita nella zona di Sesto in val Pusteria.




Temporali causano danni in Alto Adige

 

– Notte di lavoro intenso per i vigili del fuoco in Alto Adige a causa di violenti temporali che si sono abbattuti su vaste zone della provincia. I pompieri di 35 compagnie sono intervenuti per oltre 100 interventi per cantine garage allagati, sottopassi non transitabili e rami caduti. Secondo il meteorologo provinciale Dieter Peterlin sono stati registrati 3500 fulmini.




Bimbo 4 anni rischia annegare a Bolzano

 

E’ ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Bolzano un bambino di 4 anni che ha rischiato di annegare nella piscina pubblica ‘Lido’ di Bolzano. Il piccolo era fuggito all’attenzione dei genitori ed è finito in una piscina attualmente chiusa per i dispositivi anti-Covid. Solo dopo alcuni minuti il bambino è stato trovato e recuperato. Dopo essere stato rianimato sul posto, il bambino è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Bolzano.




Applausi e note Vasco per feretri bimbi

 

– Pace fatta tra il sindaco di Bolzano Renzo Caramschi e un esercente di piazza Erbe che in un post contro i provvedimenti anti-movida durante la Fase 2 aveva scritto che il primo cittadino “forse non tornerà a casa, una sera di queste, con le proprie gambe”.
Caramaschi, che in un primo momento aveva annunciato denuncia, ora scrive su Facebook: “Ci siamo parlati, ci siamo chiariti, siamo riusciti a trasformare quella che poteva essere una lunga vicenda legale in un momento costruttivo per Bolzano.
Nascerà un tavolo di lavoro per ascoltare gli esercenti di Piazza delle Erbe. Ascoltare non è sempre semplice, ma è necessario se si vuole provare ad amministrare una città. Solo tramite il confronto nascono grandi idee”, afferma il sindaco, rivolgendo infine l’invito conciliante al gestore di un bar di “non mollare, ci vediamo presto da te per bere una birra assieme”.




Riaperta linea ferroviaria val Pusteria

 

Poco prima delle ore 17 è stata riaperta la linea ferroviaria della Val Pusteria, interrotta dalla tarda mattinata per la caduta di alcuni alberi. Tra Rio Pusteria e Vandoies alcuni rami erano finiti sui binari. Il problema è stato tempestivamente risolto, ma poco dopo nei pressi di Brunico si è verificata una nuova interruzione per la caduta di alcuni alberi. Ora è però ripresa la circolazione dei treni.




Gdf sequestra 33 chili coca al Brennero

 

La Guardia di finanza ha sequestrato al Brennero 33 chili di cocaina per un valore di mercato di 5 milioni di euro. Durante controlli alla barriera di Vipiteno è stata fermata una Fiat 500X, alla cui guida vi era un cittadino italiano di 53 anni, residente fuori regione, che faceva rientro in Italia. L’uomo con precedenti specifici è apparso particolarmente agitato. I militari hanno proceduto un’accurata ricognizione dell’autovettura, notando modifiche al vano normalmente destinato alla ruota di scorta, ricoperto da un pianale metallico artatamente saldato e abilmente rivestito da un tessuto identico alla tappezzeria dell’auto. Dopo aver forzato la botola hanno trovato 30 panetti di cocaina per complessivamente 33 chili. Il conducente è stato così arrestato.




Ferrovie: nuovo collegamento Milano-Bolzano nel weekend

 

Con l’avvio dell’orario estivo, da domenica prossima si inaugurano anche nuovi collegamenti con il Frecciarossa per raggiungere il mare da Milano: verso la Versilia, il Levante ligure e l’Argentario con due nuovi collegamenti (fermate a Pavia, Genova Piazza Principe, Genova Brignole, S. Margherita, Rapallo, Sestri Levante, Monterosso, La Spezia Centrale, Forte dei Marmi, Viareggio, Pisa, Livorno, Campiglia Marittima, Grosseto, Orbetello, Capalbio e Civitavecchia e arrivo a Roma); e verso l’Adriatico con due Frecciarossa fra Milano e Ancona (fermate a Bologna, Rimini, Riccione, Pesaro). Ci saranno anche due nuovi collegamenti con Frecciarossa nel weekend fra Milano e Bolzano con orari pensati per le esigenze dei turisti e fermate a Brescia, Peschiera del Garda, Verona, Rovereto, Trento e Ora, collegamenti che si uniscono a quelli già previsti dal lunedì al venerdì.




Coronavirus: 4 nuovi casi positivi

 

– Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 702 tamponi. Quattro delle persone testate sono risultate positive al test, rimane invariato il numero dei deceduti, così l’Azienda sanitaria altoatesina. Pertanto il numero delle persone positive al test del Coronavirus sale a quota 2.606. Nei normali reparti dei sette ospedali dell’Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell’Esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati complessivamente 8 pazienti affetti da Covid-19 e 17 casi sospetti. Nei reparti di terapia intensiva è ricoverata una persona, un altro paziente altoatesino è invece ricoverato in un reparto di terapia intensiva in Austria.
Il numero dei decessi legati a Covid-19 negli ospedali è di 175 persone. Il numero dei decessi nelle case di riposo è di 117 persone. Restano quindi complessivamente a 292 le persone decedute in Alto Adige a causa del Covid-19.




Arrestato per aver passato notizie riservate Agenzia Entrate

Il funzionario pubblico, inoltre, è gravemente indiziato di aver indotto un secondo imprenditore, nel corso di una verifica fiscale

 

Un funzionario dell’Agenzia delle Entrate è stato arrestato per corruzione e un imprenditore è stato interdetto nell’ambito di un’indagine della Guardia di Finanza di Pordenone coordinata dal Procuratore della Repubblica, Raffaele Tito. Il pubblico funzionario, che è stato posto ai domiciliari, è accusato, sulla base di gravi indizi, di aver riferito in più occasioni all’imprenditore informazioni riservate cui aveva accesso in ragione del proprio ufficio, ricevendo in cambio utilità personali; l’imprenditore avrebbe fatto uso di tali delicate informazioni nelle scelte gestionali della sua attività.




Fase 2: parrucchieri e ristoranti riaprono a Bolzano

 

Da questa mattina in Alto Adige sono aperti parrucchieri, bar e ristoranti, come previsto dalla legge provinciale approvata la scorsa settimana. I saloni stanno ricevendo i primi clienti con orario prolungato, in alcuni casi dalle 7 alle 21, per smaltire le lunghe liste d’attesa. Secondo le direttive provinciali, i parrucchieri indossano mascherine Ffp2, per i clienti basta una mascherina qualsiasi. Dopo un periodo di attività con asporto, riprendono il servizio ai tavoli anche ristoranti e bar, con una distanza minima di due metri fra un tavolo e l’altro. Anche qui obbligo di mascherina. La legge provinciale ha dato via libera anche ai musei, ma il lunedì è tradizionale giorno di chiusura.