Cutolo trasferito in ospedale

 Il boss della camorra, Raffaele Cutolo è stato trasferito d’urgenza dal carcere di Parma all’ospedale del capoluogo emiliano a causa di problemi di salute. Lo riferisce, interpellato dall’ANSA, il legale Gaetano Aufiero. Le condizioni di salute di Cutolo non sarebbero, a detta dell’avvocato, gravi. Il capo della Nco – da circa 25 anni in regime di carcere duro – avrebbe accusato seri problemi respiratori per la cui soluzione si è reso necessario il suo trasferimento in ospedale per garantire le migliori terapie.




Il comandante della nave Diamond princess rimane a bordo del translatlantico.

Gennaro Arma è ancora in buone posizioni e non sta lasciando la nave “infetta” situata nel pacifico.

In una nota diffusa dall’armatore della Princess Cruises si denota che in questo momento ferma nel porto Giapoonese. riportiamo le parole del comunicato: Confermiamo che il Comandante Gennaro Arma rimane a bordo della Diamond Princess a Yokohama, al comando della nave, coordinandosi con i funzionari della sanità pubblica per la sicurezza, la salute e il benessere dei passeggeri e dell’equipaggio. Il Comandante é in buona salute e sta guidando il suo team in questa situazione straordinaria”.




Indagine per molestie, un professore si dimette.

Aquisto fatto dalla procura di Napoli, video di un’altra studentessa.

Il docente coinvolto nelle indagini per molestie sessuali presuntamente avvenute all’interno dell’Accademia di Belle Arti di Napoli sulla quale la procura del capoluogo ha aperto un fascicolo. La decisione del docente, avvenuta ieri sera, ha lo scopo di fare chiarezza il prima possibile.  Nel frattempo, la Procura ha acquisito anche l’ultimo video di un’altra studentessa pubblicato da Fanpage ieri sera nel quale una ex studentessa dell’accademia parla di alcuni problemi che si sarebbero verificati con il professore in questione.




Riapre la magnifica casa degli amanti a Pompei.

Questo gioiello di arcaologia diviene finalmente aperto al pubblico dopo 40 anni d’attesa.

Si tratta di un unicum dovuto al lavoro svolto dal grande archeologo Amedeo Maiuri, che riportò alla luce quest’autentica opera d’arte nel lontano 1931 con la geniale intuizione di consolidare il piano superiore dell’abitazione già nel corso dello scavo per evitare l’eventualità di possibili crolli. “Gli amanti conducono, come le api, una vita dolce come il miele” questa frase, riportata su una parete dal color vinaccia ornata da vari affreschi ameni, riassume l’obbiettivo della struttura: una domus dedicata all’amore.




Bomba carta davanti cancello coetaneo per ragazza ‘contesa’

Fa esplodere una bomba carta davanti al cancello di ingresso dell’abitazione di un suo coetaneo. I Carabinieri scoprono che dietro il grave atto intimidatorio c’erano questioni di rivalità: lui e la vittima del raid si contendevano le attenzioni di una ragazza. Così i Carabinieri della stazione di Marigliano (Napoli) hanno arrestato per danneggiamento aggravato un 21enne incensurato del posto.
    L’esplosione durante la notte a Mariglianella. I carabinieri hanno visionato le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona e sono riusciti a identificare e trovare l’autore del gesto. Arrestato, il 21enne è stato giudicato con rito direttissimo con l’accusa di danneggiamento aggravato.




Anziano morto, fermata la convivente

Risolto il giallo della morte di un anziano abbandonato l’altra notte lungo la strada nei pressi dell’ospedale civile di Benevento. Con l’ausilio delle immagini di un impianto di videosorveglianza presente in zona, gli uomini della Squadra Mobile di Benevento sono riusciti a identificare il cadavere, che al momento del ritrovamento indossava un pigiama ed era avvolto in una coperta, rinvenuto da alcuni giovani passanti: si tratta di Mario Rocco Castellano, 84 anni, di Grottaminarda (Avellino). Le indagini, coordinate dalla Procura Benevento retta da Aldo Policastro, hanno anche portato al fermo di una donna di 64 anni di Gioi, in provincia di Salerno, che da dodici anni accudiva l’uomo ed era sua convivente. La donna è stata sottoposta al fermo di polizia giudiziaria in quanto indiziata del delitto per abbandono di persone minori o incapaci seguito da morte. Ha confessato nel corso dell’interrogatorio che l’uomo è morto in casa per cause naturali a Grottaminarda nel pomeriggio di sabato.




I bambini scendono in piazza per un mondo senza plastica a Napoli.

Jamal ed Enrico i promotori, rispettativamente 7 e 8 anni.

Nei giorni scorsi Enrico, 7 anni, e Jamal, 8 anni, avevano raccolto oltre cento firme per dire no all’uso della plastica e soprattutto, avevano deciso, oggi, di scendere in piazza per convincere anche gli altri bimbi a seguire il loro esempio. E così stamattina, slogan plastic free su cartelli in mano, sono andati in piazza Municipio. Un invito raccolto da un bel po’ di baby attivisti. E anche dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.
    “Bravi, continuate così. Vi aspetto presto in Comune per riparlare del vostro impegno e di quello di tutti i napoletani per l’ambiente”, l’incentivo del sindaco. Una giornata che non finisce qui: Enrico, Jamal sono pronti ad organizzare altre iniziative la seconda domenica del mese.
   




Aperta inchiesta all’Accademia di Belle arti di Napoli per molestie.

Il direttore dell’accademia assicura che dal momento dell’apertura dell’inchiesta non c’è stato nessun caso di insabbiamento.

“Seguo con molto rammarico questa vicenda che rischia di appannare il comportamento di centinaia di docenti e di complicare il lavoro di tanti allievi che nell’Accademia trovano risposte adeguate alle loro domande di crescita, di attenzione e di formazione intellettuale ed artistica. In totale sintonia con il direttore, prof. Giuseppe Gaeta, ribadisco con fermezza ogni volontà di non sottovalutare ed ‘insabbiare’ una vicenda sconcertante e mi auguro isolata”. Questo è ciò che ha affermato Giulio Baffi, il direttore dell’accademia.




Bmbini al freddo, rubato gasolio a una findazione per ragazzi.

Il dirigente accusa di aver sottratto il calore a dei bambini innocenti

 La denuncia è di Anna Riccardi, presidente della Fondazione Famiglia di Maria che offre una serie di servizi e di attività di laboratorio per circa 150 ragazzi del rione San Giovanni a Teduccio, periferia di Napoli. Il 13 settembre 2019, furono esplosi colpi di arma da fuoco contro la sede. Riccardi, all’indomani dell’agguato, il 9 aprile, davanti ad un bimbo di 4 anni si fece promotrice di un appello al Capo dello Stato in cui si chiedeva una maggiore presenza dello Stato. Sergio Mattarella lo scorso 13 aprile incontro’ sia le mamme del quartiere che la stessa Riccardi.
   




Nuova legge per contrastare le ludopatie.

In programma una disciplina per nuove sale giochi.

. La Regione disciplina e monitora le attività delle sale da gioco e degli spazi per il gioco attraverso la regolamentazione degli orari di esercizio e delle distanze da luoghi sensibili. Viene vietata la nuova apertura di attività di gioco (sale dedicate, corner, esercizi pubblici che installano apparecchi) ad una distanza dai luoghi sensibili inferiore a 250 metri e viene previsto che, per le attività già esistenti, le disposizioni regolanti le distanze non siano applicabili, a condizione che detti esercizi siano dotati o si dotino (entro 240 giorni dall’entrata in vigore della legge) di una serie di requisiti come ad esempio l’accesso selettivo all’offerta di gioco, la videosorveglianza, la partecipazione dei titolari dell’attività ai corsi di formazione previsti dalla legge.