Ancona: Incidente sulla A14, 3 i feriti

Ancona: Incidente sulla A14, 3 le persone ferite trasportate al Pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Ancona

Un incidente stradale è avvenuto questa mattina all’imbocco dell’uscita autostradale A14 di Ancona in direzione sud; qui, un autoarticolato frigorifero con targa straniera ha urtato violentemente l’ammortizzatore del guardrail ed è carambolato al centro della carreggiata dove ha impattato contro una vettura in transito con due persone a bordo.

Dunque, a causa dell’urto, il camionista è rimasto incastrato all’interno della cabina accartocciata; fortunatamente è stato estratto dai vigili del fuoco giunti immediatamente sul posto. Dopo le prime cure prestate sul posto dal personale del 118, l’autista è stato trasportato al Pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Ancona.

Nello stesso Pronto soccorso sono stati portati, per gli accertamenti del caso, per i due occupanti dell’auto, rimasti anche loro feriti. Al termine delle operazioni di soccorso i pompieri hanno messo in sicurezza lo scenario dell’incidente e prestato assistenza durante le fasi di recupero dell’automezzo.

Lo svincolo autostradale è ancora chiuso al traffico.




Civitanova Marche: Ritrovato il corpo del ragazzo disperso in mare

Civitanova Marche: Ritrovato il corpo del ragazzo disperso in mare; era scomparso mentre faceva il bagno il 16 agosto

E’ stato trovato a un miglio dalla costa e a un miglio a nord rispetto al porto di Civitanova Marche il cadavere di Jimm Idalinya, 20enne di origine keniana residente a Tolentino; del giovane non si avevano più notizie da quando è andato a farsi un bagno il 16 agosto scorso. In particolare, dopo la serata di Ferragosto trascorsa a Fermo con la fidanzata e alcuni amici, Jimm aveva deciso insieme agli altri compagni di fare un bagno all’altezza dello stabilimento G7, nel tratto a nord del porto di Civitanova Marche. Da quel tuffo però non era riemerso.

Dunque, la segnalazione è arrivata da un’imbarcazione da diporto che aveva avvistato il corpo alla deriva; essa ha telefonato immediatamente alla Guardia costiera. Dopo pochi minuti una motovedetta ha raggiunto la località indicata, ha recuperato la salma del giovane e lo ha riportato a terra.

Nello specifico, dopo aver setacciato palmo a palmo per due giorni lo specchio di mare davanti alla spiaggia di Civitanova Marche, con due aerei e tre motovedette affiancati dai sommozzatori dei vigili del fuoco dotati di dispositivi sonar, la Guardia costiera aveva sospeso il dispositivo “eccezionale” di ricerca; questo era stato messo in campo per proseguire le perlustrazioni nel corso dei pattugliamenti ordinari senza l’ausilio dei sub dei vigili del fuoco.




Senigallia: Raggiri agli anziani, bloccate dalla Polizia

Senigallia, raggiri agli anziani, bloccate dalla Polizia alcune ragazze: non sono episodi isolati

Con la scusa di chiedere informazioni a una 70enne le ruba la collana d’oro in centro storico. E’ accaduto a Senigallia. Nello specifico, mentre la vittima stava passeggiando le si è avvicinata una ragazza di circa 20 anni, alta circa 1,75 mt e con i capelli lunghi, che le ha chiesto informazioni; nel mentre, però, l’ha abbracciata con fare amichevole e si è dileguata. Una volta arrivata a casa, la 70enne si è accorta che al collo non aveva più la collana e ha avvertito la polizia.

Questo non è un episodio isolato; infatti pochi giorni fa, in città, una ladra ha sottratto alcuni gioielli preziosi ad altri anziani.

Inoltre, un altro furto si stava per consumare nei pressi del lungomare Marconi; qui una 25enne di origine rom aveva avvicinato un 80enne di Senigallia con modi ammiccanti, proponendo di appartarsi con lui. Soltanto il tempestivo intervento di due agenti di pattuglia ha permesso di bloccare e identificare la giovane; questa si è rivelata essere una specialista in furti ai danni di anziani. Per la donna il Comune ha emesso un foglio di via obbligatorio dal territorio di Senigallia.




Jesi: Cade nella sua camera da letto, soccorso dai VvF

Jesi: Cade nella sua camera da letto, soccorso dai Vigili del Fuoco; non sarebbe in gravi condizioni

E’ caduto nella camera da letto di casa sua, probabilmente a causa di uno sbalzo di pressione dovuto al caldo, un uomo di 70 anni; dunque, l’anziano è stato soccorso al terzo piano di un palazzo in via Cialdini a Jesi dai Vigili del Fuoco con l’ausilio dell’autoscala.

Poiché il fratello non è riuscito ad aprire la porta, i pompieri sono penetrati in casa dalla finestra con l’ausilio dell’autoscala attrezzata di barella sul cestello. Infatti il 70enne, che non riusciva a rialzarsi, è stato trovato dai pompieri steso sul pavimento.

Così, una volta aperta la porta ai sanitari del 118, questi ultimi hanno stabilizzato l’uomo e l’hanno caricato sulla barella dell’autoscala avvolto in un telo termico, per il trasporto fino all’ambulanza e poi in ospedale. L’anziano non sarebbe in gravi condizioni.




Roccafluvione (AP): Spara ai familiari, arrestato per tentato omicidio

Roccafluvione (AP), spara ai familiari, arrestato per tentato omicidio: avevano litigato per futili motivi

Dopo l’ennesima lite scoppiata per futili motivi con la moglie, un pensionato di 74 anni ha minacciato con un fucile da caccia la coniuge di 70 anni e il figlio; dunque, durante la colluttazione proprio con quest’ultimo, che lo ha affrontato con decisione, prima di essere disarmato il pensionato ha esploso un colpo senza riuscire a colpire i familiari.

L’episodio è accaduto a Roccafluvione, in provincia di Ascoli Piceno. Sempre il figlio, dopo aver disarmato il padre, ha allertato con il suo telefono i carabinieri della Compagnia di Ascoli Piceno e della Stazione di Venarotta. Era la prima volta che la grave situazione familiare veniva denunciata.

I militati hanno rintracciato il 74enne che, nel mentre, si era rifugiato in casa di un parente residente nella zona; così lo hanno arrestato per tentato omicidio. Oltre a quello imbracciato durante i litigio, all’uomo i militari hanno ritirato altri quattro fucili regolarmente detenuti.




Senigallia: In 400mila al 19esimo Summer Jamboree

Senigallia: In 400mila al 19esimo Summer Jamboree; ottimi i risultati per la 19esima edizione del “Festival migliore al mondo” (Dale Watson)

Entusiasmo, divertimento, balli scatenati e tante emozioni per le oltre 400mila persone che hanno partecipato al diciannovesimo Summer Jamboree; in particolare questo è il Festival Internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50. La manifestazione si è svolta nel centro storico e sulla spiaggia di Senigallia e, dopo dodici giornate, è terminato ieri.

Dunque, l’edizione 2018 ha fatto registrare picchi nei giorni clou di presenze; in particolare si parla di una media di 35mila persone. Così i numeri confermano come il festival Summer Jamboree rappresenti uno dei momenti estivi più importanti per le Marche e non solo.

Il festival ha proposto tantissimi concerti (ben 42) ed è in grado di richiamare a Senigallia turisti e fan da tutto il mondo grazie anche a nomi di calibro internazionale. Hanno fatto tappa al Jamboree 19 ospiti e icone della storia del R’n’R tra cui David Marks (Beach Boys), Dean Torrence (Jan&Dean), la Surf City Allstars, Brian Hyland. Ma anche leader della scena attuale come il cantante country Dale Watson secondo cui è il “festival migliore al mondo”.




Voleva attraversare il lago, risucchiato dalle acque un giovane di Moie

Voleva attraversare a nuoto il lago, risucchiato dalle acque un giovane di Moie

Tragico evento nelle acque del lago di Fiastra. Infatti, è stato ritrovato dai sommozzatori nella mattinata di ieri, 12 agosto, il corpo senza vita di Mohamed Ali Slama; il giovane di 23 anni residente a Moie era scomparso sabato pomeriggio nelle acque del lago. In particolare, il ragazzo mentre era in compagnia di alcuni amici aveva tentato di attraversare a nuoto il lago.

Erano circa le 14.30 dell’11 agosto quando il giovane ha iniziato la traversata, arrivando a circa 15 metri dalla sponda opposta. Dopo qualche minuto le difficoltà e le richieste di aiuto con alcuni turisti francesi che hanno immeditamente dato l’allarme. Tuttavia non c’è stato nulla da fare.

Le ricerche dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco sono proseguite per tutta la notte e ieri mattina il corpo è stato ritrovato e recuperato. Al momento la salma di Mohamed è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.




Pesaro: A G. Letta la presidenza della Fondazione Rossini

Pesaro, a G. Letta la presidenza della Fondazione Rossini: “Un lavoro nella continuità”

Un lavoro “nella continuità, cercando di rendere sempre più stretto il rapporto tra Fondazione, Conservatorio, città e appassionati dell’opera lirica”. E’ questo l’obiettivo dichiarato da Gianni Letta che si è insediato ufficialmente come nuovo presidente della Fondazione Rossini di Pesaro; l’evento è stato organizzato in coincidenza con l’apertura della 39esima edizione del Rossini Opera festival (stasera la prima del Ricciardo e Zoraide, regia Marshall Pynkoski) che cade nel 150esimo anniversario dalla morte del compositore pesarese.

Dunque, Letta ha riconosciuto il “grande lavoro” fatto da Gianfranco Mariotti nel lanciare il Rof e l’opera di Rossini. “Ma non prendo impegni fino al 2030 per ragioni di età anagrafica”, sono state le sue parole sul piano Pesaro 2020-2030; in particolare, questo è stato elaborato e descritto dal sindaco Matteo Ricci ed è volto a rafforzare l’accostamento Pesaro-Città della musica.

Infine ha concluso Letta: “A convincermi ad accettare l’incarico è stato vedere come il Comune sia stato capace di creare e far lavorare in collaborazione armonica realtà diverse”.




Pesaro Urbino: Omicidio-tentato suicidio, arrestata una donna 80enne

Frontone (Pesaro Urbino): Omicidio-tentato suicidio, arrestata nella notte una donna 80enne

E’ scattato questa notte l’arresto per Maddalena Agostini la donna 80enne, già piantonata in Psichiatria a Urbino; la donna è stata trovata ieri sotto shock accanto al cadavere del marito Ugo Ascani, 85 anni, nella camera da letto della casa in una frazione di Frontone (Pesaro Urbino). A Frontone, infatti, i due anziani residenti a Roma stavano trascorrendo alcuni giorni di vacanza.

Nella stanza era stato trovato un biglietto che aveva avvalorato la tesi dell’omicidio-tentato suicidio: “Perdonateci non ce la facciamo più…vi salutiamo tutti da lassù”; queste sono le parole incise nell’incipit del messaggio scritto dall’anziana; la donna era alle prese con la depressione dovuta anche per la grave malattia del marito sofferente di Alzheimer.

I segni sul collo dell’85enne avevano fatto pensare che fosse stato strangolato; dunque, secondo i carabinieri, potrebbe essere stato ucciso dalla moglie con il cavo per la ricarica del cellulare o con un foulard. Inoltre l’80enne avrebbe assunto barbiturici restando in stato confusionale.

Oggi il medico legale di Ancona eseguirà l’autopsia all’ospedale di Urbino.




Ascoli Piceno: Dopo lite stradale uomo minaccia con pistola

Ascoli Piceno: Dopo lite stradale uomo minaccia con pistola, dovrà rispondere di minaccia aggravata e porto abusivo di armi

I Carabinieri di Ascoli Piceno hanno bloccato un offidano di 57 anni artefice di una grave minaccia a un altro automobilista. Nello specifico, l’uomo si trovava alla guida della sua autovettura a Castel di Lama e aveva sorpassato un mezzo a bordo del quale viaggiavano nella stessa direzione un 46enne e la moglie.

Dunque, nel momento in cui quest’ultimo gli ha fatto notare la pericolosità della manovra con alcuni colpi di clacson, l’offidano ha estratto una pistola e l’ha brandita con fare minaccioso. Per questo motivo il 46enne ha allertato subito il 112.

Così, i Carabinieri della Stazione di Offida, guidata dal Maresciallo capo Capo Carlo Laera, hanno rintracciato il 57enne nella sua abitazione; quindi, nel portaoggetti dell’auto aveva una pistola ad aria compressa Beretta di libera vendita, simile alle pistole in dotazione alle Forze dell’Ordine, che è stata sequestrata.

Dunque, l’uomo dovrà rispondere alla magistratura di Ascoli Piceno di minaccia aggravata e porto abusivo di armi.