Pescara: Carabiniere si toglie la vita nel bagno degli uffici.

Un militare di 45 anni, di Pescara, si è chiuso nel bagno degli uffici e si è tolto la vita con la pistola di ordinanza.

E’ accaduto in pochi attimi all’interno della sede di Via Venezia del Nucleo Operativo Ecologico dell’Arma, questa mattina 11 gennaio.

Sgomento tra i colleghi presenti, vani i soccorsi: il carabiniere è deceduto sul colpo.




La qualità della sanità nella regione delle marche è in crescita.

Comitato verifica regione,punteggio tra 2017 e 2018 da 201 a 206

Il Comitato
permanente per l’accertamento dell’erogazione dei livelli essenziali di
assistenza (cosiddetto Comitato Lea), nell’assemblea del 18 dicembre, ha
“confermato il dato in ulteriore miglioramento per il 2018, nell’ambito
della cosiddetta “Griglia Lea”, ovvero l’inventario di indicatori che
valutano quantitativamente i livelli sostanziali di assistenza garantiti dai
servizi sanitari regionali: la Regione Marche passa dal punteggio di 201 del
2017 a 206 per il 2018.

    “Questo sviluppo – chiarisce il
presidente Luca Ceriscioli – non è nient’altro che la garanzia di una crescita
costante in atto da alcuni anni: si è passati dal valore di 190 del 2015
all’odierno 206, passando da 192 del 2016 e 201 del 2017”. Un “valore
ben al di sopra del minimo di 160 necessario per l’adempienza rispetto agli obblighi
previsti dai Lea”.

    Evoluzioni in particolare per copertura
vaccinale, fasce pediatriche, assistenza domiciliare, rete delle cure
palliative, numero di prestazioni specialistiche ambulatoriali e di diagnostica
strumentale.




La regione Marche stanzia 24,8 milioni di euro a Centri Impiego

Poco meno di 25 milioni di euro in soltanto tre anni (2019-2021) impiegati per il programma di potenziamento dei 13 Centri per l’impiego delle Marche.

Il proposito, che circoscrive l’impiego delle risorse previste dal Decreto del Ministero del Lavoro n.74, è in pieno sviluppo e “ha numeri considerevoli” secondo il presidente della Regione Ceriscioli. Le misure principali riguardano l’irrobustimento del personale (11,8 milioni di euro) con 168 recenti assunzioni, su 305 dipendenti correnti, “un accrescimento del 50% rispetto ad adesso” ha rimarcato Ceriscioli, 8 milioni di euro per arredamenti, attrezzature e infrastrutture informatiche e 5 milioni di euro per l’adattamento delle strutture. L’obiettivo è salvaguardare un insieme omogeneo e integrato di servizi erogati in un mercato del lavoro costantemente più articolato, irrobustendo in particolare l’incrocio di domanda e offerta, sia per il neodiplomato che per il cinquantenne. “Una rivoluzione” secondo l’assessore al Lavoro Loretta Bravi.




export alimentari marchigiano al +9,2%

Bene l’export alimentare marchigiano nei primi nove mesi del 2019:

Le esportazioni (164 milioni di euro) in questo settore sono aumentate del 9,2% (+13,8 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2018, una dinamica che quasi triplica il +3,2% del periodo gennaio-settembre 2018 ed è più intensa del +4,2% della media nazionale e del +3,3% dell’export manifatturiero marchigiano. Risulta dalle elaborazioni dell’Ufficio Studi di Confartigianato Marche.
    “Quello dell’alimentare – fa notare Giuseppe Mazzarella, Presidente di Confartigianato Imprese Marche – è uno dei comparti a maggiore concentrazione di Medie e piccole imprese e di artigianato. Nelle Mpi fino a 49 addetti sono occupati 3 addetti su quattro (74,8%; 8.944). La crescita di export nel settore alimentare è stata determinata principalmente dalle vendite negli Usa (3,3 milioni di euro; +39,0%), seguono Francia (+2,9 milioni; +21,3%), Germania (+2,6 milioni; +13%) e Regno Unito (+1,7 milioni; +29%)




In provinicia di Macerata viene scoperto un nuovo sito archeologico.

Accampamento risalente a 11 mila anni fa

Ritrovato un accampamento preistorico risalente a circa 11 mila anni fa in provincia di Macerata, a Tolentino. Lancia la notizia sul portale web la Soprintendenza regionale, belle arti e paesaggio della regione Marche. L’insediamento “tra i più importanti e significativi della preistoria non solo italiana, ma europea” è venuto alla luce a seguito delle indagini archeologiche preventive fatte nel sito del futuro polo scolastico “Filelfo” in contrada Pace in corso di realizzazione dalla Provincia di Macerata. “Le ricerche hanno portato alla luce i resti di un accampamento preistorico databile a circa 11-10mila anni fa, ossia alla fase antica del Mesolitico – fa sapere la Soprintendenza – Si tratta del periodo preistorico che segue il Paleolitico, l’epoca delle grandi glaciazioni, e precede il Neolitico, in cui avviene il passaggio a un’economia basata su agricoltura e allevamento e conseguente sedentarizzazione”. Un “sito perfettamente conservato dai fanghi alluvionali deposti dal fiume Chienti”.




A Senigallia due donne morte investite

Due donne sono state investite e uccise nella notte sulla strada provinciale 360 “Arceviese”, a Senigallia. Si tratta di due donne di Pesaro, di 34 e 40 anni che erano appena uscite dalla discoteca “Megà”.
    Camminavano a bordo strada quando sono state travolte da un’auto condotta da un uomo del posto, risultato positivo all’alcoltest, che è stato arrestato dalla polizia stradale di Ancona intervenuta sul posto assieme al 118. Il fatto è avvenuto tra le 4 e le 5, tra Bettolelle e Casine di Ostra: le due donne stavano probabilmente raggiungendo la loro automobile, quando sono state travolte dal mezzo in transito e sono state sbalzate a qualche metro di distanza. Sarebbe stato lo stesso investitore a chiamare i soccorsi, risultati però inutili.




il presidente del parlamento UE afferma che le marche spendono bene i fondi europei.

Da parlamentare europeo vedo realizzati e spesi bene i fondi che l’Europa mette a disposizione dei nostri territori. Siamo in una una regione particolarmente virtuosa, forse altre regioni dovrebbero prendere esempio dalle Marche

. Lo ha detto il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, oggi a Pesaro per l’inaugurazione della Sonosfera. “Potrebbe essere un modo e un metodo all’interno degli Stati membri – ha aggiunto -, prendere ad esempio ognuno le regioni che fanno meglio con meccanismi che valgono per tutti”.




Criteri di rimborso per i pedaggi sull’A14

ecco cosa prevedono le nuove misure.

Sono stati definiti e pubblicati online sul sito di Autostrade per l’Italia i criteri secondo cui potranno richiedere il rimborso del pedaggio gli utenti che durante le giornate del 5, 6 e 7 gennaio dovessero subire ritardi significativi nei tempi di viaggio lungo le tratte della A14 tra Marche e Abruzzo, oggetto di provvedimento da parte dell’Autorità Giudiziaria. E’ possibile presentare la richiesta per i transiti avvenuti tra le ore 12 di domenica 5 gennaio e le ore 10 di martedì 7 gennaio. Il rimborso sarà riferito al pedaggio corrisposto per la tratta tra Vasto Nord e Porto Sant’Elpidio verso Ancona e pari al 100% dell’importo se la velocità media registrata dai sensori presenti su strada risulterà inferiore ai 50 km/h nelle fasce orarie in cui è avvenuto il transito o del 50% se inferiore a 60 km/h. La richiesta di rimborso potrà essere inviata alla casella di posta elettronica info@autostrade.it.

autostrada




Due donne muoiono investite a Senigallia

 

Due donne sono state investite e uccise nella notte sulla strada provinciale 360 “Arceviese”, a Senigallia. Le vittime sono di Pesaro, avevano 34 e 40 anni ed erano appena uscite dalla discoteca “Megà”. Camminavano a bordo strada quando sono state travolte da un’auto condotta da un uomo del posto, risultato positivo all’alcoltest, che è stato arrestato dalla polizia stradale di Ancona intervenuta sul posto assieme al 118.

Il fatto è avvenuto tra le 4 e le 5, tra Bettolelle e Casine di Ostra: le due donne stavano probabilmente raggiungendo la loro automobile, quando sono state travolte dal mezzo in transito e sono state sbalzate a qualche metro di distanza. Sarebbe stato lo stesso investitore a chiamare i soccorsi, risultati però inutili: i corpi sono stati recuperati su un campo ai margini della strada.

 




Sisma,quarto Capodanno Maceratese in Sae

 

Capodanno dentro le casette Sae e nei ristoranti, tra cui quelli delocalizzati, che hanno riaperto dopo il sisma. Così è stato salutato l’arrivo del 2020 nella fascia appenninica del Maceratese distrutta dal terremoto. A Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Visso, Pieve Torina e Ussita c’è stata poca voglia di festeggiare il quarto Capodanno dopo gli eventi sismici di tre anni fa. Gran parte dei residenti che sono tornati a vivere in questi borghi hanno scelto di attendere il nuovo anno ritrovandosi dentro le Soluzioni abitative di emergenza, anche se sono stati in tanti quelli che hanno optato per il tradizionale cenone nei ristoranti aperti delle varie località. Niente, invece, iniziative pubbliche in piazza, anche per la mancanza, in alcuni casi, di spazi adeguati per fare festa.