Bergomi:” il coronavirus ha colpito anche me, ora sto meglio”

Giuseppe Bergomi, ex difensore dell’Inter e opinionista Sky, ha dichiarato di aver avuto il Covid-19. Ecco le sue parole durante una chat su Instagram con il conduttore Ciccio Valenti:

«Ho fatto un test sierologico che ha detto che sono positivo all’ICG e negativo all’IGM. A inizio marzo sono stato male, ho avuto problemi all’olfatto e alla schiena, non ho avuto problemi ai polmoni. Adesso la fortuna vuole che ho gli anticorpi, ma mi hanno spiegato che non proteggono al 100% perché il virus muta. Ma se dovessi prenderlo lo prenderei in forma leggera».

A cena con lo zio Beppe Bergomi




Lutto in casa Legnano:”Andrea non ce l’ha fatta”

Andrea Rinaldi, calciatore del Legnano 19enne, non ce l’ha fatta. A dare notizia della sua tragica scomparsa lunedì mattina la società Ac Legnano. “Una notizia che non avremmo mai voluto dare – si legge in un comunicato della squadra – purtroppo Andrea ci ha lasciato”.

A.C. Legnano 1913 - Legnano Calcio | Sito Ufficiale

Il malore 

Il giovane aveva avuto un malore nella serata di venerdì 8 maggio mentre si trovava in casa ed era stato trasportato all’ospedale di Varese. Le sue condizioni sin da subito erano apparse molto serie. Il ragazzo, nato nel 2000, avrebbe compiuto 20 anni questa estate. Lo sportivo ha lottato per tre giorni tra la vita e la morte, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Rinaldi era cresciuto nel settore giovanile dell’Atalanta, aveva poi giocato nell’Imolese in serie C e nel Mezzolara in D. L’estate scorsa, infine, era arrivato al Legnano, sempre in D, squadra con la quale ha segnato il gol partita contro la Caratese.

 




Juve-Lione: svelata la data per il ritorno degli ottavi di Champions League

Juventus-Lione, gara valida per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League si dovrebbe giocare il 7 agosto all’Allianz Stadium di Torino a porte chiuse.

Juventus Football Club - WikipediaOlympique Lyonnais - Wikipedia

La notizia è stata data dal presidente del Lione Jean-Michel Aulas nel corso di un’intervista radiofonica e smentisce l’indiscrezione rilasciata dalla radio francese RMC Sport che nella giornata di giovedì, citando fonti vicine alla UEFA, aveva iipotizzato che la partita si sarebbe disputata l’8 agosto. Aulas sostiene di aver ottenuto la conferma da parte della UEFA. Ad ogni la federazione non ha ancora rilasciato ancora comunicazioni ufficiali in merito. Nella gara di andata, giocata il 26 febbraio, il Lione si era imposto per 1-0 grazie al gol di Tousart.




Serie A- ci si avvicina all’ok per gli allenamenti collettivi ma sempre con discrezione

La Serie A si avvicina a piccoli passi al ritorno in campo. Oggi dovrebbe arrivare il sì da parte del Comitato tecnico-scientifico alla ripresa degli allenamenti collettivi con alcuni paletti da non infrangere. Da domani si entrerà in una settimana decisiva. Ci sarà infatti il vertice Conte-calcio, l’assemblea della Lega di A, la giunta Coni con Spadafora, il consiglio federale della Figc. Il parere del Cts sarà inviato al ministro della salute, Roberto Speranza. Speranza lo condividerà con il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, che lo integrerà nelle linee guida relative appunto agli sport di squadra, e all’apertura dei centri sportivi. Prima, però, ci dovrà essere la copertura normativa del nuovo Dpcm in preparazione, quello che porterà l’Italia nella cosiddetta fase 3.

I paletti del Cts

La Rosea spiega: primo fra tutti il no al modello tedesco che non prevede l’automatismo giocatore positivo-messa in quarantena della squadra. Si dovrà, invece, osservare come tutti i cittadini il periodo di isolamento di due settimane. A quanto sembra, sarebbe stata invece superata un’altra prescrizione, quella di cominciare gli allenamenti dividendo i calciatori per piccoli gruppi. Esami e «gruppo squadra» blindato renderebbero questa precauzione superflua.

 




Bologna- Sinisa torna in campo ad allenarsi 300 giorni dopo la leucemia

Pantaloncini e scarpe da tennis, Sinisa Mihajlovic sorride dopo essersi allenato in solitaria a Casteldebole (il centro sportivo del Bologna) per un’ora e venti minuti. Pensieri e sensazioni decisamente diverse rispetto al 15 luglio 2019, quando iniziò le cure contro la leucemia. Domani saranno trascorsi 300 giorni da allora, dal fischio d’inizio della sua partita più difficile. I ricordi dell’allenatore serbo però vanno ancora più indietro nel tempo, a una figura importantissima per la sua carriera, per la sua via. “Per me Boskov è stato quasi come un padre”, ammette Mihajlovic. “Quando penso a Vujadin non so se piangere o ridere da quanto era simpatico e spassoso. Pensi: gli unici due campionati vinti dal Vojvodina sono stati quelli con lui allenatore prima e io giocatore poi, nel ‘66 e nell’89”, le parole di Sinisa.

File:Logo Bologna FC 2018.svg - Wikipedia




Contagio anche in casa Milan, ma tutti in via di guarigione

Non si limita a Fiorentina, Sampdoria e Torino l’elenco di squadre di Serie A con giocatori contagiati da Coronavirus. A queste si è aggiunto il Milan, come ha confermato il presidente del club Paolo Scaroni in una diretta da casa intitolata WarRoom. Queste le parole del patron rossonero:

“Al Milan abbiamo qualche giocatore contagiato in via di guarigione , ma Maldini, sia il padre che il figlio, ora stanno bene. Milanello è aperto e noi abbiamo già ripreso ad allenarci, mantenendo le distanze. Ci stiamo incamminando verso la ripartenza. Dobbiamo abituarci a convivere con il virus e questo vale anche per il calcio. Non è possibile stare fermi fino al contagio zero. In fondo possiamo adottare la formula tedesca che prevede che chi è malato vada in quarantena mentre gli altri continuano.”

File:Logo of AC Milan.svg - Wikipedia




Chiesa:”al momento c’è solo la Fiorentina, nessun’altra trattativa in corso”

La stella della Fiorentina Federico Chiesa, a livello di mercato, è uscito allo scoperto. Cercato a più riprese da Inter e Juve, ha smentito tutti su un possibile trasferimento precisando che nella sua testa, al momento, c’è soltanto il club viola. Qui di seguito le sue parole:

“Se chiamano Juve e Inter? Non ci sono trattative in corso, c’è la Fiorentina. Non ho un procuratore, con la società parliamo io e mio padre. Il mio obiettivo è il miglioramento generale, non solo quello tecnico, devo completarmi e sono il primo a rendermene conto. Sousa, che mi ha lanciato, ma anche Pioli, mi ripetevano spesso che il calcio si gioca prima di tutto con la testa. Io, per indole, sono portato a non amministrare le energie, ho una generosità che tante volte compromette la prestazione, talvolta manco di lucidità sotto porta. Devo migliorare e migliorare e ancora migliorare, trovare con più regolarità il gol, se voglio avvicinare mio padre che in Serie A ne ha segnati 138”.

File:ACF Fiorentina.svg - Wikipedia




PSG- Icardi vuole rimanere a Parigi, si dovrà trovare l’accordo con l’Inter

Da qui ai prossimi giorni si chiarirà il futuro di Mauro Icardi che, ha già un epilogo preciso. L’argentino vuole rimanere a Parigi e i due club hanno pochi dubbi sulla buona riuscita dell’affare. L’ipotesi di inserire Draxler come contropartita nella trattativa non soddisfa i nerazzurri così come quella di Paredes. Si tratta su basi prettamente economiche. L’Inter resta rigida sulla richiesta dei 70 milioni pattuiti nell’estate scorsa, mentre il Psg fa trapelare la possibile conferma di Cavani. La Rosea spiega che il finale felice dell’affare non è in dubbio visto e considerato che Icardi ha espresso il desiderio di restare a Parigi. E in questa storia il parere del giocatore non può non pesare.

 

File:Inter logo centenario 2007-2014.svg - WikipediaLogo Brand Organizzazione Marchio Font - psg scaricare png ...




Asse Juve- Barcellona: Pjanic ha detto si ad un possibile trasferimento

Juventus e Barcellona sono tra le società più attive sul fronte calciomercato. Secondo alcune fonti Miralem Pjanic avrebbe detto sì ad un possibile trasferimento al Barcellona. Anche per Mundo Deportivo, quotidiano spagnolo molto vicino agli ambienti blaugrana, l’affare è una reale opportunità per entrambe le società: i bianconeri avrebbero pensato ad uno scambio alla pari inserendo nell’eventuale trattativa il brasiliano Arthur, da tempo nel mirino di Paratici e valutato circa 60 milioni di euro. Il centrocampista del Barça, ad oggi, nicchia e sul piatto, dunque, potrebbero essere inseriti Rakitic e Vidal, due vecchi obiettivi della società torinese.

File:Fc barcelona.png - WikipediaJuventus Football Club - Wikipedia




bundesliga- si riparte il 16 maggio, ecco dov’eravamo rimasti

Die Bundesliga ist  zurück, da sabato 16 maggio torna la Bundes. Si riparte da dove ci si era fermati, con la 26esima giornata, quella che si sarebbe dovuta giocare dal 13 al 15 marzo. E quindi subito Dortmund-Schalke, il derby della Ruhr: avevano pensato di non iniziare già con la partita più sentita del calcio tedesco ma Christian Seifert, il presidente della lega, ha detto che lui e tutti i club sono sicuri che i tifosi non creeranno assembramenti davanti al Westfalenstadion. E più in generale che si comporteranno come si deve per tutte le partite, restando a casa e guardandole in tv. “Siamo sotto gli occhi del mondo”, in Germania lo hanno capito bene e lo ripetono un po’ tutti, dai dirigenti ai giocatori. Con una classifica così, le prime quattro in appena sei punti, il Lipsia contro la sopresa Friburgo, o la sera del 16 maggio Eintracht-Gladbach, diventano molto più degli show delle star Timo Werner o Marcus Thuram. Domenica 17 il Bayern che va a Berlino, contro l’Union: da neopromossa all’andata all’Allianz Arena aveva fatto soffrire eccome i bavaresi. Da questo sabato tutti in quarantena, in hotel o nei centri sportivi, continuando a rispettare il protoccollo medico e poi, una settima dopo, si parte. Der fussballi ist  zurück, bentornata Bundesliga.

File:Logo Bundesliga.svg - Wikipedia