Tecnologia: Marche, Zannini nuovo presidente Fondazione Its

 

Stefano Zannini è il nuovo presidente della Fondazione Its “Tecnologia & Made in Italy”, eccellenza che forma tecnici specializzati su tutto il territorio marchigiano grazie a corsi post diploma in stretta sinergia con le aziende. Imprenditore, già impegnato in Fondazione come vicepresidente, Zannini succede a Mauro Guzzini ed è stato eletto ad Ancona, nella sede di Confindustria, dove si è svolta l’Assemblea dei soci.
“Il mio obiettivo – dice il neo presidente – è allargare ulteriormente il gruppo delle aziende socie e rendere ancora più attrattivi i nostri percorsi formativi. Lavoreremo per garantire proposte sempre più rispondenti alle esigenze del mercato, attivando anche nuovi corsi in altre aree della regione”. In giunta, oltre a Zannini, Mauro Guzzini, Emanuela Scavolini, Antonio Bravi e Antonella Marcatili. L’Assemblea ha formalizzato l’ingresso nella compagine della Fondazione di nuove socie, tra cui Ariston Thermo e Adecco Group, che si aggiungono ai tanti nomi di peso come Gruppo Guzzini e Pigini Group.




Coronavirus: 24 positivi nelle Marche in 24ore

 

Sono 24 i positivi al coronavirus rilevati nelle Marche nelle ultime 24ore su 921 nuove diagnosi: 15 in provincia di Ascoli Piceno, 3 in provincia di Ancona, 2 in provincia di Macerata, 1 in provincia di Pesaro Urbino, 1 in provincia di Fermo e 2 fuori regione. Questi casi comprendono 6 contatti stretti di casi positivi, 4 casi in ambito domestico, 7 soggetti sintomatici, 3 casi rilevati dallo screening in ambito scolastico, 1 caso riscontrato dallo screening realizzato in ambito lavorativo e 3 casi in fase di verifica. Lo rende noto il Gores. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.599 tamponi: 921 nel percorso nuove diagnosi e 678 nel percorso guariti.




Droga: scoperte piantagioni marijuana, un arresto

 

Scoperte dai carabinieri nel Torinese due piantagioni di marijuana. La prima coltivazione è stata individuata in un bosco a Pralormo: era dotata anche di un sistema di videosorveglianza a controllo remoto. Sono state messe sotto sequestro 202 piante, vari tubi di plastica per l’impianto d’irrigazione, 3 pompe per il tiraggio dell’acqua, 1 timer digitale per regolare il flusso dell’acqua, 2 batterie elettriche per auto, 1 pannello solare, 1 telecamera, con all’interno 2 SIM telefoniche, 1 apparato elettrico trasmettitore di immagini in WI-FI completo di 1 SIM telefonica.
La seconda piantagione era in Val di Chy (TO), dove è stato arrestato un italiano di 43 anni per detenzione ai fini di spaccio. Sono state sequestrate 16 piante di marijuana coltivate all’interno di un box rurale, dotato di un impianto di ventilazione e di illuminazione artificiale. A casa dell’uomo i carabinieri hanno sequestrato decine di barattoli di vetro contenenti 420 grammi di marijuana, alcune dosi di hashish ed ecstasy.




Montagna: ventiseienne dispersa nel Cuneese

 

Sono in corso nell’area di Limone Piemonte (Cuneo) le ricerche di una escursionista di 26 anni di cui non si hanno più notizie da ieri sera. La giovane donna non ha recuperato la sua automobile, che aveva parcheggiato in un punto a quota 1.400 metri.
Le operazioni, sulle pendici della Rocca dell’Abisso, montagna delle Alpi Marittime a ovest del Colle di Tenda, sono coordinate dai vigili del fuoco del comando di Cuneo. Un furgone Ucl (unità comando locale) permette agli operatori Tas (topografia applicata al soccorso) e alle unità cinofile di individuare le zone da perlustrare e fornisce supporto logistico alle squadre Saf (speleo-alpino fluviali). L’elicottero ‘Drago’ del reparto volo Piemonte sta sorvolando la parte alta della Val Vermenagna.




Allerta arancione, vento forte in Puglia

 

La Protezione civile ha diramato un’allerta arancione dalle ore 20:00 di sabato 26 settembre e nelle successive 48 ore per rischio vento su tutta la Puglia.
Inoltre, dalle ore 8:00 di domenica 27 e per le successive 12 ore anche per rischio idrogeologico e temporali: un’allerta arancione sul nord della Puglia e gialla su tutto il resto della regione.
Per 48 ore si tratta, precisa il bollettino, di “venti di burrasca o burrasca forte dai quadranti meridionali, in rotazione dai quadranti occidentali dal pomeriggio. Mareggiate lungo le coste esposte su tutta la Puglia. Dalle 08.00 del 27.09.2020 e per le successive 12 ore precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento”.




Consigliere del Foggiano con pistola

 

 

Il consigliere comunale Costantino Valentino Sassano di San Nicandro Garganico (Foggia) è stato arrestato e posto ai domiciliari dopo essere stato trovato in possesso di una pistola, illegalmente detenuta.
A quanto si è appreso, durante il controllo in un posto di blocco, il 24 settembre poco fuori San Nicandro, la pistola gli è stata trovata in auto ed è stato sottoposto a fermo dai Carabinieri. Accusato di porto abusivo di armi, è ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida del fermo che si terrà domattina davanti al Gip del Tribunale di Foggia.
Sassano, in passato vicino alla Lega ma poi allontanato dal partito, in gennaio era stato bersaglio di un attentato incendiario: ignoti diedero fuoco alla sua auto e anche a quella del padre.




Volontari puliscono greto Bisagno, anche letti matrimoniali

 

Una pulizia straordinaria organizzata da volontari a Genova nel greto del torrente Bisagno ha portato alla rimozione di ben 200 chilogrammi di rifiuti di vetro, 600 di indifferenziato, 70 sacchi di plastica e 600 chilogrammi di ferro.Un evento programmato in occasione di ‘Clean Up the World’, iniziativa internazionale per la salvaguardia dell’ambiente, a cui hanno partecipato le associazioni Trash Team, Amici di Ponte Carrega, Genova Cleaner, il Municipio Media Val Bisagno e Legambiente Liguria. In solo due ore i circa 200 partecipanti hanno rimosso numerosi rifiuti ingombranti tra cui il telaio di una vespa, passeggini, macchine da cucire, due biciclette per bambini, cerchioni, pneumatici, pentole, batterie esauste, filtro e olio motore, mobili vari tra cui un letto matrimoniale, cartelli stradali e un tubo di amianto




Perde controllo moto,muore giovane donna

 

Incidente mortale la scorsa notte sulla Sopraelevata di Genova. La donna, Ginevra Blengino di 28 anni, ha perso il controllo della moto su cui viaggiava ed è finita a terra. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 ma per la donna non c’è stato nulla da fare. La sezione infortunistica della polizia locale ha avviato le indagini per ricostruire esattamente la dinamica di quanto successo. Secondo una prima ricostruzione, la donna avrebbe fatto tutto da sola e non ci sarebbero altri mezzi coinvolti.




Ferisce a colpi di pistola vicino

 

 

Lite tra vicini per rumori “molesti” nel cuore della notte finisce a colpi di pistola. E’ successo la scorsa notte in via Novella a Voltri. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato un uomo di 52 anni per minacce aggravate, lesioni e porto abusivo di armi. Il vicino, un uomo di 47 anni, è stato trasportato in codice giallo all’ospedale Villa Scassi: il proiettile gli ha sfiorato un orecchio e la ferita non è grave. Secondo una prima ricostruzione, i due avrebbero iniziato a litigare nel cuore della notte a causa dei rumori. I toni si sono subito surriscaldati e a quel punto il più anziano ha estratto una calibro 22 e ha sparato contro il vicino.




Israele: in migliaia contro Netanyahu a Gerusalemme

 

Migliaia di persone hanno partecipato ieri sera a Gerusalemme alla dimostrazione nei pressi della residenza ufficiale di Benyamin Netanyahu a Gerusalemme. La manifestazione – contro la politica del premier sul coronavirus e con la richiesta delle sue dimissioni per le vicende giudiziaria – si è svolta nonostante il lockdown deciso dal governo a fronte dei picchi di infezione e in vigore fino all’11 ottobre: i provvedimenti del blocco che limitano il diritto alle dimostrazioni, così come quelli sulle cerimonie religiose durante le festività, non sono ancora stati approvati dalla Knesset.
Nel corso della protesta – che è stata preceduta da colonne di auto da tutto il Paese dirette verso Gerusalemme – la polizia ha fatto sapere che sono state arrestate cinque persone e che ci sono stati incidenti sostenuti. Gli agenti hanno anche vigilato che nel corso della manifestazione venissero rispettate le norme sul distanziamento e sull’uso della mascherina. Analoghe proteste si sono svolte a Tel Aviv, a Cesarea – dove Netanyahu ha la sua residenza privata – e in altre parti del Paese.