Sei in: Home / Edizioni Locali / Caso Scieri: Panella resta agli arresti domiciliari

Caso Scieri: Panella resta agli arresti domiciliari

Il tribunale del riesame ha confermato la condanna agli arresti domiciliari per l’ex caporal maggiore Alessandro Panella.

Dopo l’udienaza davanti al tribunale del riesame, il verdetto per Alessandro Panella, 39enne di Cerveteri, è rimasto lo stesso: arresti domiciliari.

L’ex caporal maggiore era stato fermato ad agosto scorso per la morte di Emanuele Scieri, un parà di leva di 26 anni trovato morto il 16 agosto 1999 nella caserma Gamerra a Pisa.

A quel punto era stata aperta un’inchiesta sullamorte del giovane ed era stato scoperto che la sua morta non era avvenuta per caso. Il ragazzo era stato vittima di atti vessatori da parte di alcuni superiori.

I tre colpevoli sono Alessandro Panella, Luigi Zabara e Andrea Antico. Panella, davanti ai giudici aveva detto: “Con la morte di Emanuele Sciri non c’entro nulla”. Peccato che i fatti lo smentiscano.

Secondo l’accusa, Panella e i suoi due complici avrebbero costretto Scieri ad arrampicarsi sulla sulla torre della caserma. Lo avrebbero poi colpito e fatto precipitare a terra. Non contenti, lo hanno lasciato lì ad agonizzare.

Per quasi vent’anni c’è stata una forte omertà sul caso Scieri. Forse ora potrà, finalmente, riposare in pace.

Check Also

Sanità, Ciacciarelli: “Asl Frosinone assediata dai creditori”

Sussiste un elevato contenzioso tra la Asl di Frosinone ed i terzi fornitori, derivante dal mancato …