Streaming
Sei in: Home > Archivio > Caso Garofalo – Processo invalidato, si ricomincia da zero. Vergogna

Caso Garofalo – Processo invalidato, si ricomincia da zero. Vergogna

Il processo che era in corso presso la Procura di Milano, per l'efferato delitto in cui è stata uccisa e disciolta nell'acido Lea Garofalo, collaboratrice di giustizia scomparsa nel 2009, è stato sostanzialmente azzerato tutto dovrà ripartire da zero. Accusati del macabro omicidio sono l'ex convivente della vittima, Vito Cosco, i fratelli, e altre persone.
La Corte d'Assise è stata impossibilitata a procedere nella fase istruttoria, poiché provata del presidente, il magistrato Filippo Grisolia, che è stato nominato capo gabinetto del nuovo ministro della Giustizia, Paola Severino.
Un buon modo per fare funzionare l'apparato giudiziario.
Certamente il presidente della Corte d'Assise di Milano non ha saputo ieri della nuova nomina, e si sarebbe quindi dovuto provvedere ad un sostituto che assumesse l'incarico e ricevesse le consegne, onde continuare questo e altri processi. Invece nulla di tutto questo.
Non sono necessari ulteriori commenti…