Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Caserta: si costituisce il ladro che causò la morte di un carabiniere

Caserta: si costituisce il ladro che causò la morte di un carabiniere

Dopo due giorni di ricerche, si è costituito il ladro che, scappando, ha causato la morte di un carabiniere.

Il 6 novembre, un gruppo di ladri si era introdotto in un appartamento a Santa Maria Capua Vetere per portare a temrmine un furto.

Peccato che siano arrivati i carabinieri a disturbarli. Durante l’arresto, il carabiniere Emanuele Reali è rimasto ucciso  travolto da un treno. Non solo, il quarto membro della banda Pasquale Attanasio era riuscito a fuggire.

Gli altri ladri, Cristian Pengue, di 20anni, Pasquale Reale, 30 anni e Salvatore Salvati sono presi. Adesso si trovano agli arresti domiciliari.

Dal momento che però mancava ancora un uomo, i carabinieri hanno deciso di intensificare le ricerche. Dopo due giorni di indagini serrate, l’uomo è stato finalmente arrestato.

La posizione di Attanasio è stata individuata grazie ad alcuni telefoni cellulari che condividevano i ladri. Alla fine, Attanasio si è consegnato di sua spontanea volontà in caserma.

Venerdì, alla presenza di del ministro della Difesa Elisabetta Trenta e del Comandante Generale dell’Arma dei carabinieri Giovanni Nistri, si terranno i funerali di Emanuele Reali.