Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > CasaPoud, fonte di razzismo ?, No affatto , secondo Simone di Stefano

CasaPoud, fonte di razzismo ?, No affatto , secondo Simone di Stefano

 

Simone di Stefano  esponente di CasaPound dichiara: “Dopo qualche giorno abbiamo deciso di dire la nostra sul risultato elettorale, deludente sicuramente, ma dovuto ad un insieme di fattori di cui va tenuto conto. Su tutti la linea politica di Salvini, che ha fagocitato molto del nostro elettorato grazie a battaglie su nostri temi forti come sicurezza e immigrazione clandestina. Ovviamente anche la campagna mediatica contro CasaPound, indicata come elemento violento e razzista, aggettivi questi che rispediamo ai mittenti, ha giocato un ruolo importante.
Come affermato da Simone di Stefano, verrà fatta una seria riflessione interna che ci condurrà ad individuare le migliori strategie. 
Ma nonostante la sconfitta all’Europarlamento, troviamo motivi di orgoglio: sono stati ben 62 i consiglieri comunali eletti in altrettanti città e paesi, segno che nella politica locale sappiamo incidere e presentarci come forza di governo e di opposizione. Bellissimo il risultato dei nostri candidati locali, con le oltre 900 preferenze per Cristina Iacovacci, alla prima esperienza in una competizione elettorale nazionale e unica donna pontina candidata. Altrettanta soddisfazione per il nostro Pasquale Campagna, rappresentante di Sermoneta sociale nella lista per Antonnicola sindaco nel comune di Sermoneta . Ben 154 le preferenze raccolte, secondo dei non eletti e buona base di partenza per continuare a lavorare nel paese.
Nella nostra città sappiamo quello che dobbiamo fare moltiplicando gli sforzi. In occasione delle elezioni, e qui troviamo un altro dato positivo, nuove persone si sono avvicinate al movimento ed è proprio su queste nuove forze che costruiremo le basi per le nuove presenze territoriali nell’arco lepino.