Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Carabetta parla di Tav e reddito di cittadinanza

Carabetta parla di Tav e reddito di cittadinanza

Durante un’intervista a Radio Cusano, Luca Carabetta, deputato M5S, ha parlato di alcuni temi molto controversi per questo governo.

Luca Carabetta, deputato pentastellato e vicepresidente della Commissione attività produttive della Camera, ha parlato della Tav e del reddito di cittadinanza a Radio Cusano.

Parlando della relazione costi-benefici ha dichiarato che: “Sul fatto che accise e pedaggi vengano calcolati come costi, la prima cosa da dire è che nella precedente analisi costi-benefici che risale al 2011 c’erano questi stessi elementi che fanno riferimento evidentemente a delle prassi internazionali che vanno conteggiati. Poi chiaramente dall’altro lato vanno anche conteggiati quali sono i benefici ambientali di spostare il traffico da gomma su ferro e questo computo c’è stato. Il grosso tema intorno all’analisi è capire se effettivamente realizzare questa infrastruttura garantirà un traffico sufficiente ad ottenere questi benefici ambientali. Io posso investire miliardi per fare un’infrastruttura ma se poi ci passano pochi treni non recupererò mai quel beneficio ambientale”.

Per quanto riguarda invece gli emendamenti al reddito di cittadinanza: “È bene che ci sia un Parlamento che lavora, siamo stati abituati fin troppo a vederlo solo ratificare dei provvedimenti. Il decreto è in discussione in Parlamento proprio per vedere se ci sono proposte migliorative, sicuramente quella di cancellare il doppio bonus per le assunzioni nel Mezzogiorno, non è una proposta migliorativa come ha giustamente detto la ministra Lezzi. Detto questo ci sono degli emendamenti migliorativi che saranno approvati.  Non temiamo assolutamente che il provvedimento venga stravolto. Ogni emendamento per essere approvato deve essere innanzitutto condiviso dalla maggioranza e poi l’ottica deve essere quella di migliorare l’impianto generale e non di stravolgerlo”.

Infine, sul calo dei consensi, Carabetta ha sottolineato che: “A chi dice questo rispondo che abbiamo approvato il reddito di cittadinanza, che stiamo combattendo per l’ambiente e sulla questione trivelle, dopo una lunga trattativa, abbiamo ottenuto una sospensione delle licenze in essere in attesa di un piano generale condiviso con le Regioni. Stiamo facendo diverse cose.

È chiaro che c’è un contratto di governo, a questo contratto hanno contribuito entrambe le forze, stiamo rispettando ogni punto di quel contratto e si trattano punto per punto le cose un po’ più del M5S e quelle un po’ più della Lega. Io non credo che ci sia più Lega che M5S nell’azione politica del governo. C’è un’azione piuttosto eterogenea che su certi temi vede la Lega più presente e su altri il Movimento. Questa però è anche una qualità del governo che affronta ogni questione partendo da opinioni diverse, arriva a una sintesi che secondo me è quella positiva per il Paese.”