Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Capodanno tranquillo in Umbria, pochi feriti non gravi

Capodanno tranquillo in Umbria, pochi feriti non gravi

Quest’anno solo poche persone sono rimaste ferite dai botti o dall’abuso di alcol, e quei pochi hanno riportato ferite di lieve entità.

La notte di Capodanno in Umbria si è svolta in relativa tranquillità. L’abuso di alcol e l’uso di attrezzi pirotecnici come petardi o fuochi d’artificio non ha causato gravi danni. Gli ospedali hanno registrato solo pochi feriti, che hanno riportato danni di lieve entità. A Perugia, ad esempio, solo due persone si sono recate in ospedale per ferite causate dai festeggiamenti, e sono già state dimesse. A Terni, il pronto soccorso ha medicato due giovani che dopo una rissa hanno riportato delle ferite giudicate guaribili in una decina di giorni. Altre due persone sono state trattate per casi di etilismo acuto, mentre un ultimo è rimasto leggermente ferito dallo scoppio di un petardo.

Un caso di intossicazione alcolica si è registrato all’ospedale di Città di Castello (Perugia), dove un giovane ha chiesto aiuto ai medici. Dopo una lite in piazza a Umbertide (Perugia), un ragazzo si è rivolto ai medici dell’ospedale che hanno rilevato un lieve trauma cranico. A Castiglione del Lago (Perugia) una bimba è stata curata per una piccola ustione alla mano, mentre un uomo ha riportato un’intossicazione alcolica. Infine ad Assisi, presso il pronto soccorso, si sono recati una turista che durante i festeggiamenti aveva riportato un trauma cranico. Sono anche stati trattati un uomo che aveva abusato di sostanze alcolica e due persone che lamentavano ustioni alle mani, tutti poi dimessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *