Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Eventi > Calre, conferenza delle assemblee legislative regionali dell’UE, arriverà a Perugia

Calre, conferenza delle assemblee legislative regionali dell’UE, arriverà a Perugia

Quest’anno, infatti, la presidente di Calre è Donatella Porzi, presidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria.

Calre è la “Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali dell’Unione Europea”. Si tratta di un organo nato in Spagna nel 1997 per sostenere i valori e i principi della democrazia regionale e rafforzare i collegamenti tra le Assemblee legislative regionali dei paesi membri dell’Unione Europea. Quest’anno la presidenza di Calre è italiana, nella persona di Donatella Porzi, che è già presidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria. Perugia, infatti, sarà una tappa fondamentale del ciclo di appuntamenti sull’agenda di Calre per il 2019, che vede il capoluogo umbro come meta scelta per l’assemblea plenaria a novembre. Nel frattempo, il 1° Comitato permanente si è riunito a Bruxelles, e l’incontro del 2° Comitato permanente si è concluso oggi a Ventotene.

Il principio cardine che guida Calre è quello di agire “Per un’Europa dei diritti e delle Responsabilità”. Anche a Ventotene si è tenuto un confronto sulle tematiche europee più urgenti e sentite, a cui hanno partecipato i presidenti delle assemblee legislative d’Europa, ma anche professori universitari, giornalisti ed esponenti del mondo letterario e culturale. Il grande appuntamento è stato anche onorato dalla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha consegnato la medaglia del Quirinale. Anche il presidente del parlamento europeo Antonio Tajani era presente, e ha sottolineato l’importanza di una “Europa forte e unita, che sappia ripartire dalla politica e dall’economia reale, superando un’immagine fatta di burocrazia e di soluzioni tecnocratiche”. “La medaglia del Quirinale è un gesto che riconosce l’importanza e la bontà della nostra iniziativa per cui ringraziamo il Presidente della Repubblica, sempre in prima linea per difendere lo ‘spirito delle radici’ dell’Europa”, ha detto Donatella Porzi.