Sei in: Home > Edizione Nazionale > Calciomercato Juventus, tra CR7 e Damsgaard

Calciomercato Juventus, tra CR7 e Damsgaard

Un quarto posto arrivato all’ultima giornata che vuol dire Champions League. Questa è la sintesi della stagione bianconera appena trascorsa, passata tra alti e bassi sotto la gestione di Mister Pirlo. Una scommessa persa a metà quella del Presidente Agnelli, che credeva di avere tra le mani un potenziale top player in panchina. Ora la musica è cambiata e sulla panchina della Vecchia Signora c’è Max Allegri. Il ritorno del tecnico livornese ha fatto si che i principali bookmakers e siti di scommesse vedano nei bianconeri la principale vincitrice della Serie A 2022.

Proprio la dirigenza della Juventus sta provando a muoversi sul mercato. Dopo l’affare quasi concluso per Locatelli, ha messo gli occhi su Mikkel Damsgaard. Il talento danese si è messo in evidenza agli occhi dei grandi club europei recentemente con le sue prestazioni a EURO2020 con la maglia della Nazionale. In Italia Damsgaard è stato già apprezzato e conosciuto negli ultimi 12 mesi, infatti l’ultima stagione disputata con la maglia della Sampdoria lo ha messo di fronte a nuove prove superate brillantemente, condite da 2 gol e 4 assist al primo anno in Serie A. Massimo Ferrero, presidente della Samp, ha già fissato il prezzo: “Per me vale una forbice da 30 a 50. È come la canzone: uno su mille ce la fa. Lui ha talento e andrà lontano”.

Damsgaard ultima idea Juve

Non solo Locatelli nel mirino. La trattativa per il centrocampista dell’Italia non è semplice e il ritorno di Pjanic non è scontato, nonostante il bosniaco abbia mandato segnali positivi. Così i bianconeri si stanno guardando intorno in cerca di alternative valide per la metà campo. La Juventus starebbe fortemente pensando a Mikkel Damsgaard, centrocampista della Sampdoria. A Euro 2020, il danese è stato uno dei migliori del torneo, mettendo a segno anche due gol di cui uno nella semifinale persa contro l’Inghilterra.

Reduce anche da una bella stagione in blucerchiato, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero si è espresso così recentemente sul possibile addio di Damsgaard, seguito anche da Milan e Inter: “Mi aspettavo che Mikkel fosse così forte: da noi è arrivato grazie a Pecini, ma il giocatore non è in vendita, a meno che non arrivi un’offerta che possa emozionarci. Ho cambiato il modo di vedere il calcio. Certo, qualcosa in uscita bisognerà fare, ma non svenderò nessuno, sia chiaro”.

La Juventus nel frattempo si muove e stando alle ultime indiscrezioni di Rai Sport ci sarebbe stato anche un incontro tra il giocatore e i dirigenti bianconeri. Nell’affare, il club di Agnelli starebbe pensando anche di inserire un giocatore come contropartita, che prende il nome di Federico Bernardeschi. L’esterno italiano, campione d’Europa e al centro delle critiche della tifoseria bianconera, potrebbe dire addio alla Juventus con la quale ha un solo anno di contratto. Per convincere la Sampdoria e battere la concorrenza di Inter e Milan, i bianconeri starebbero pensando di sacrificarlo per portare Damsgaard a Torino.

La Juventus potrebbe mettere sul piatto un’offerta poco superiore a 30 mln di euro, poi inserire Federico Bernardeschi come contropartita tecnica a favore della squadra blucerchiata allenata da mister D’Aversa. Bernardeschi sarebbe un esterno che tornerebbe assai utile alla causa dei liguri, ma lo scoglio rimane l’ingaggio: infatti il calciatore percepisce circa 4 mln di euro, cifra non raggiungibile dalla Samp che allora potrebbe avere il supporto economico della Juventus per pagare lo stipendio all’ala neo campione d’Europa in azzurro.

Ronaldo che fa?

Certamente il nodo principale da sciogliere è quello che riguarda Cristiano Ronaldo. Il lusitano è una vera e propria macchina da guerra che, in ogni partita, aggiorna i suoi record. Da quando è sbarcato sul pianeta Juve, nell’estate del2018, ha segnato una marea di reti: 101 in 133 partite. Numeri folli se solo si pensa che prima di quest’ultima stagione non era mai riuscito a diventare il re dei bomber della Serie A nei primi due campionati giocati in bianconero: 21 gol nel 2018/19, 31 nel 2019/29, ma Immobile fu super con 36. Ci è riuscito al terzo tentativo, la scorsa stagione, nell’annata più difficile per la Signora che ha abdicato dal trono scudetto dopo nove anni. CR7 ha messo a segno comunque 29 reti, battendo Lukaku e diventando così il primo al mondo a conquistare il titolo di capocannoniere in tre diversi tornei dei cinque più importanti d’Europa. Premier League, Liga e Serie A. Non solo record in campionati nazionali, ma anche in quelli continentali. Non a caso Cristiano ha già vinto il titolo di capocannoniere della Champions League per ben sette volte, sei delle quali consecutive: 2007-08 (8 gol), 2012- 13 (12), 2013-14 (17), 2014- 15 (10), 2015-16 (16), 2016-17 (12) e 2017-18 (15). E per chiudere l’annata 2020-21 si è concesso anche la doppietta, diventando re dei bomber degli Europei: 5 reti in quattro partite.

Adesso i tifosi e gli addetti ai lavori si fanno sempre la stessa domanda: Ronaldo sarà ancora ai nastri di partenza della prossima serie A? Certamente è un tormentone che sta tenendo sulle spine i tifosi bianconeri, ma dal canto suo CR7 non ha mai detto di voler lasciare la squadra di Agnelli. Ecco perché ci sarebbero degli spiragli per poterlo vedere ancora in bianconero.

L’allenatore livornese aspetta novità importanti dal mercato ed in tal senso, buona parte del calciomercato estivo della società torinese passerà dal futuro di Cristiano Ronaldo. La permanenza del cinque volte Pallone d’Oro è tutt’altro che scontata, visto anche il contratto dell’asso portoghese in scadenza il prossimo 30 giugno 2022, anche se molte notizie danno di un possibile rinnovo del lusitano, in modo da spalmare il pesante ingaggio in due anni. Però si sa, dalla Spagna ci sono sempre bome ed ora rimbalza un clamoroso scenario direttamente da Madrid, sponda Real. I ‘Blancos’ starebbero trattando la rescissione (con buonuscita) di Gareth Bale. L’esterno gallese, già accostato l’anno scorso alla società torinese, non rientra nei piani di Ancelotti ed è in scadenza tra meno di un anno. Con Ronaldo che può dire addio, l’opzione che porta all’ex Tottenham rischia di diventare una pista concreta per la ‘Vecchia Signora’.