Sei in: Home > Edizioni Locali > CAI: “Oltre la metà dei sentieri è stata danneggiata dal maltempo”

CAI: “Oltre la metà dei sentieri è stata danneggiata dal maltempo”

Il Club alpino italiano ha stimato che circa la metà dei sentieri di montagna nel Nord-Est sono stati fortemente danneggiati dal maltempo.

Oltre il 50% dei percorsi in montagna è stato danneggiato dal maltempo delle scorse settimane. Non solo, molti itinerari non potranno più essere ripristinati e sarà necessario ripensare da zero interi percorsi. Per quanto riguarda i rifugi almeno, la situazione è meno complessa. Tanto che potrebbe essere completamente ripristinati già per la primavera 2019.

Questo è il bilancio del CAI, Club alpino italiano, sulla situazione attuale delle montagne del Nord-Est. Il presidente nazionale Vincenzo Torti ha più volete ripetuto come non si debba assolutamente fare escursioni nelle zone più colpite dal maltempo: “Non è il momento, poiché, con la frequentazione, gli escursionisti metterebbero a repentaglio la propria sicurezza e quella altrui. Intendiamo riportare vitalità in questi territori, ma ora la priorità sono gli interventi nei paesi e sulle strade di accesso da parte della Protezione Civile”.

Il Torti presidente ha spiegato che il CAI interverrà non appena sarà passato lo stato di emergenza. “Noi subentreremo in un secondo momento: abbiamo richieste provenienti da tutta Italia da parte di nostri Soci che, volontariamente, si sono messi a disposizione per risistemare i sentieri. I nostri volontari saranno coordinati da una cabina di regia a cura della Struttura operativa sentieri e cartografia e della Commissione centrale escursionismo”.