Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Buca killer, il dirigente paga

Buca killer, il dirigente paga

image_pdfimage_print

Il dottor Luciano Giovannini dovrà restituire alle casse del Comune di Aprilia 31.543,86 euro. E’ quanto ha deciso la Corte dei Conti chiamata a esprimersi sulla richiesta da parte della Procura regionale del riconoscimento del danno erariale causato dalla condotta dell’ex dirigente dell’amministrazione di piazza Roma alle casse comunali.
Giovannini infatti, è stato condannato per l’omicidio colposo di Daniele Giovannoni, un ragazzo di 15 anni che in motorino, lungo via Toscanini, cadde e morì. Venne riconosciuta la responsabilità del dirigente: «La grave colpevolezza della condotta omissiva del prevenuto deriva anche dal fatto che la situazione di degrado della strada era ben conosciuta dall’ufficio tecnologico da lui diretto, per le numerose segnalazioni ricevute, anche in occasione di precedenti sinistri stradali o interventi della polizia locale, rimaste tuttavia prive di adeguati riscontri nel corso degli anni» e il 15 gennaio 2018, venne condannato a un anno e sei mesi (pena sospesa) e in solido insieme al Comune di Aprilia, al risarcimento di 50 mila euro ciascuno nei confronti di Aurora Siani e Remo Giovannoni, i genitori del ragazzo difesi dagli avvocati Carlo Taormina ed Ezio Bonanni e 20 mila euro nei confronti dei due fratelli di Daniele, Mirko e Giorgia.