Sei in: Home / Edizioni Locali / Betori accusa la politica di non avere lungimiranza

Betori accusa la politica di non avere lungimiranza

L’arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, alla fine dell’ assemblea del clero all’Eremo di Lecceto si è preso un momento per paralre dell’attuale classe politica.

“Manca lo sguardo lungimirante dei politici che costruivano legami tra i popoli, sia richiamando le esigenze della pace, come il nostro Giorgio La Pira, sia riavvicinando nazioni fino a poco prima in guerra tra loro, come Schumann, Adenauer e De Gasperi, i fondatori dell’Europa. Al di là delle logiche di schieramento e di potere, di destre e di sinistre, di sovranismi e antipopulismi ciò che sembra mancare è un’ispirazione alta della politica, che nasca da una visione altrettanto alta del bene comune, che non può corrispondere alla media degli interessi di ceti o paesi contrapposti”.

Per produrre una visione alta della politica, ha detto l’arcivescovo, non si può non fare riferimento “a una visione dell’uomo e della storia radicata nel Vangelo.”

Questo però non significa “ricerca di spazi di potere per il mondo cattolico”. tutto ciò vuol dire “dall’esperienza della fede” offrire “un contributo di verità e di speranza alla considerazione di tutti”.

 

Check Also

Sabato “Olandiamo in bici a Firenze”

Sabato 22 si svolgerà la manifestazione per sensibilizzare i cittadini alla mobilità sostenibile attraverso mezzi …