Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Beppe Sala torna a parlare di Silvia Romano, la cooperante rapita in Kenia

Beppe Sala torna a parlare di Silvia Romano, la cooperante rapita in Kenia

“Non posso che aver fiducia nell’azione del nostro Governo. Ciò nondimeno è una grande frustrazione”, ha detto il sindaco di Milano.

A sei mesi dal rapimento di Silvia Romano, il sindaco di Milano non dimentica la concittadina partita per il Kenia che non ha mai fatto ritorno a casa. Beppe Sala affida ai social il suo pensiero alla cooperante rapita in Kenia, dove si era diretta come volontaria per una ONG. “Non posso che aver fiducia nell’azione del nostro Governo. Ciò nondimeno è una grande frustrazione poter solo attendere novità da chi si sta adoperando per riportarla a casa. Sono in contatto con la famiglia e con loro attendo, speranzoso, buone notizie”, ha scritto Sala.

La notizia del rapimento di Silvia Romano è arrivata il 20 novembre 2018. Da allora, non sono terminate le ricerche e le indagini, ma con scarsi risultati. Silvia è stata strappata all’abitazione in cui alloggiava nel villaggio di Chakama, a 80 kilometri da Malindi, in Kenia. Ancora non si conosce quale sorte sia toccata alla giovane cooperante, dove sia tenuta prigioniera o nelle mani di chi. Da molto tempo non si hanno più novità da parte delle forze di polizia del luogo. Il silenzio e l’incertezza da parte degli inquirenti, che ancora non sono giunti a una soluzione e nemmeno a informazioni concrete, rende la vicenda ancora più tragica.