Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Banche Venete, Di Maio: “I soldi questa settimana”

Banche Venete, Di Maio: “I soldi questa settimana”

Il ministro del lavoro Luigi Di Maio ha ribadito che lo stato difende i risparmiatori, non le banche.

Luigi Di Maio, in seguito all’assemblea con gli ex soci della Banca Popolare di Vicenza, ha dichiarato in un’intervista all’Ansa che: “Noi abbiamo messo nella legge di bilancio i soldi a fine anno, siamo al 9 febbraio, questa è la settimana in cui si scrivono i decreti e si erogano i soldi. Sappiamo che ci sono resistenze dell’Unione europea: ce ne faremo una ragione. Questa gente ha diritto ai suoi soldi. Sono i loro, non sono di qualcun altro. Hanno ragione, è passato tanto tempo ma in otto mesi e mezzo abbiamo fatto quel che gli altri non avevano fatto per anni”.

Matteo Salvini, il vicepremier verde, ci ha tenuto a sottolineare che: “Siam qua da otto mesi, c’erano a bilancio 150 milioni, adesso c’è un miliardo e mezzo. Vedremo di far veloce”.

Infine, Di Maio ha ribadito che: “Ogni volta che affrontiamo i problemi della concorrenza o i risarcimenti ci arrivano lettere dalla Commissione europea che dicono che dobbiamo preferire delle regole che, guarda caso, favoriscono sempre i più forti. Come abbiamo detto prima con Matteo, ce ne freghiamo altamente. E dico un’altra cosa: ormai mancano tre-quattro mesi, questa Europa è finita, e queste lettere non arriveranno più. Siamo uno Stato sovrano che difende il risparmio, come dice la Costituzione e non difende le banche”.