ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 4 Dicembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

[rank_math_breadcrumb]

Autotrasporto: Zilli, supporto della Regione al comparto

Incontro con operatori settore per illustrare sostegni Fvg
Udine, 19 mar – “La Regione agirà per aiutare concretamente il
comparto dell’autotrasporto in sede di assestamento di bilancio,
a luglio 2022. Stiamo lavorando come Giunta, infatti, su
indicazione del governatore Massimiliano Fedriga, a un pacchetto
di misure che sia forte per sostenere l’economia. In particolare
per il settore dell’autotrasporto abbiamo reintrodotto misure di
sostegno del comparto (trasporto e logistica) con una dotazione
finanziaria, a oggi, di 3 milioni di euro per la prima parte
dell’anno”.
Lo ha detto l’assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli,
intervenuta questa mattina a Udine all’assemblea della Fai Fvg,
la Federazione autotrasportatori italiani del Friuli Venezia
Giulia tenutasi nella sala congressi di Udine mercati. Presenti
molti autotrasportatori, l’onorevole Roberto Novelli, la
presidente e il segretario della Fai Fvg, rispettivamente Marzia
Venturini e Giulio Zilio.
“La Regione non può incidere direttamente sulle accise ma si è
attivata, come annunciato dal governatore Fedriga, per la
reintroduzione del super sconto sulla tessera della benzina – ha
detto Zilli -. Tutti noi siamo consapevoli del fatto che viviamo
un momento di fragilità straordinaria in senso negativo: stiamo
uscendo dall’emergenza Covid, con tutto quello che ha comportato
nel 2020 e 2021 per il settore dell’autotrasporto, e siamo
ricaduti in una situazione gravissima di difficoltà globale
legata al costo dell’energia. Il problema del caro carburante è
internazionale e la risposta deve arrivare dall’Unione europea”.
Per quanto riguarda la motorizzazione, Zilli ha comunicato
l’impegno a trovare risposte organizzative in tempi brevi.
Il fermo dell’autotrasporto annunciato per il 4 aprile per il
caro carburante è stato revocato dopo le misure adottate dal
governo nazionale ieri sera; è stato stilato un protocollo di
intesa che prevede l’attivazione di un tavolo di regole
permanente in cui gli autotrasportati hanno la possibilità di
interloquire con il governo per portare avanti la discussione.
Due i tipi di intervento: uno sulle regole e sugli aspetti
normativi, e uno urgente sui contributi. I numeri sono stati
inseriti nel Decreto energia approvato ieri dal Consiglio dei
ministri, di prossima pubblicazione, in vigore a brevissimo.
Oltre allo sconto “lineare” per tutti sul prezzo del carburante
(25 centesimi), per l’autotrasporto c’è un incremento del
rimborso delle accise (0,7 centesimi che si aggiungono ai
precedenti 0,21, per un totale finale di 0,28), un incremento del
rimborso per i pedaggi, l’eliminazione per il 2022 della tassa
sull’attività di regolazione, un incremento delle deduzioni
forfettarie, un incremento della dote del ferrobonus e marebonus.

Il comparto necessita del mantenimento di questi sostegni
economici per tutto il periodo dell’emergenza e il consolidamento
di alcuni aspetti normativi; il rimborso accise avrà effetto dal
primo gennaio al 30 giugno. Le norme concordate nel protocollo di
intesa prevedono contratto scritto con clausola di adeguamento
automatica del gasolio e se non si stipula il contratto scritto,
il rispetto dei costi minimi di esercizio.
ARC/PT/gg