Sei in: Home > Edizioni Locali > Palermo > Atti persecutori a fini sessuali, professore ai domiciliari a Palermo

Atti persecutori a fini sessuali, professore ai domiciliari a Palermo

image_pdfimage_print

 Nel marzo scorso i genitori della ragazza hanno denunciato che “l’uomo era nei pressi della loro abitazione e che avrebbe tentato di parlare e di trattenere la figlia con la forza

 

Un docente di un istituto scolastico superiore palermitano di 60 anni è stato posto ai domiciliari dalla polizia di Stato perché accusato di atti persecutori e per avere posto in essere atti idonei e diretti in modo non univoco a compiere atti sessuali in danno di una sua alunna minorenne. Per il prof è scattata anche la misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare l’attività professionale di insegnante emessa dal Gip.
Nel mese di maggio dello scorso anno – dice la polizia – i genitori della ragazza al commissariato Libertà hanno denunciato i comportamenti che il professore aveva avuto nei confronti della figlia.