Sei in: Home > Edizioni Locali > Genova > Assembramenti vietati in tutta la Liguria e ampliamento della didattica a distanza

Assembramenti vietati in tutta la Liguria e ampliamento della didattica a distanza

Divieto totale di assembramento in tutta la Liguria, e non più solo nelle zone calde del contagio, e ampliamento della didattica a distanza per le scuole secondarie di secondo grado. Di concerto con il ministero della Salute la Regione Liguria – e il Comune di Genova – hanno elaborato due nuove ordinanze, estensive rispetto alle norme del dpcm. Quella regionale sarà in vigore dalle 12 da domani, mercoledì 21 ottobre, quella del sindaco sarà definita nella giornata di domani e ancora non si sa quando entrerà in vigore.

Queste le decisioni prese in base all’andamento del contagio che, purtroppo, non ha subito un rallentamento con le misure prese fino a oggi. Oggi i nuovi contagi registrati dal bollettino della Regione sono stati 907 con 6000 tamponi effettuati.

“Da lunedì prossimo chiediamo alla direzione regionale di passare alla didattica a distanza per tutti gli anni delle superiori a esclusione della prima per almeno 50% degli studenti che frequentano quegli istituti, ovvero a rotazione – ha detto Toti – questo comporta un minor aggravio sui mezzi pubblici che misureremo nella giornata di lunedì anche al fine di consentire minore affollamento quei mezzi che contiamo di portare sotto 80%”.