Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Arrivano i sovrani di Giordania, Assisi blindata

Arrivano i sovrani di Giordania, Assisi blindata

Giornata importante per Assisi: oltre al re Abdullah II e la regina Rania di Giordania, ci saranno Angela Merkel, Antonio Tajani e Giuseppe Conte.

La città di Assisi si prepara ad accogliere delegazioni di importanza internazionale. La città si blinda e si riempie di forze dell’ordine e addetti alla sicurezza per l’arrivo dei reali di Giordania, il re Abdullah II e la regina Rania. I due sovrani riceveranno ad Assisi la Lampada della Pace, un dono da parte dei frati del Sacro Convento. La cerimonia si terrà presso la Basilica di San Francesco, e vuole riconoscere al re di Giordania il suo impegno a promuovere e difendere i diritti umani di tutti, anche degli immigrati, e l’armonia tra diverse religioni. “Dalla basilica di San Francesco partirà un messaggio di pace, dialogo e inclusione, in un periodo storico segnato dalla riedificazione di muri e odio tra civiltà”, ha annunciato padre Enzo Fortunato, il direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi.

I due sovrani giordani non saranno gli unici presenti ad Assisi in questa giornata così pregna di significato per il mondo intero. Oltre al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, giungeranno nel capoluogo umbro anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, e il presidente della CEI card. Gualtiero Bassetti. “E’ necessario abbattere gli steccati, i muri che oggi, invece, alcuni Governi continuano a costruire. Muri che impediscono di condividere la vita, le esperienze e la cultura”, aggiunge padre Fortunato. “Con la giornata di oggi non abbiamo intenzione di piegare la volontà, ma di convincere. Convincere che l’incontro, la condivisione, l’accoglienza e l’inclusione sono i pilastri su cui fondare la società, mentre la repressione e la violenza partoriscono altra repressione”.