Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Arresto Assange, Waters: “Violate tutte le norme etiche”

Arresto Assange, Waters: “Violate tutte le norme etiche”

Roger Waters ha commentato l’arresto di Julian Assange, definendolo una violazione di tutte le norme etiche.

Roger Waters, fondatore della storica band Pink Floyd e attivista politico, ha parlato dell’arresto di Julian Assange, avvenuto negli scorsi giorni in Gran Bretagna.

A tal proposito, Waters, in un’intervista rilasciata a RT, ha definito l’arresto del fondatore di Wikileaks: “Una violazione di tutte le norme etiche e morali”.

Come inoltre ha riportato la testata online L’Antidiplomatico: “Vederlo portare con la forza, credo che fosse una divisione speciale, e metterlo nel furgone e portalo porta via, è stato assolutamente agghiacciante. E pensare che il Regno Unito è diventato un complice un satellite dell’impero americano che farebbe una cosa del genere contravvenendo tutto le norme, morali, etiche e legali, è assolutamente e incredibilmente atroce”.

Infine, ha lanciato un appello: “Tutti dovrebbero concentrarsi su Assange, perché se permettiamo al Regno Unito di farla franca estradandolo negli Stati Uniti e permettiamo al suo governo di torturarlo e possibilmente fermarlo per il resto della sua vita, avremo permesso la strada verso la tirannia assoluta e probabilmente la distruzione del pianeta “.

Insomma, l’arresto di Assange è una questione tutt’altro che slegata dal resto degli intrecci politici. È chiaro che dietro ci siano scenari ancora più complessi e che il destino di Assange sia ancora tutto da decidere.