Sei in: Home > Articoli > Curiosità > Apre a Milano, nel Municipio 2, il terzo centro donna della città

Apre a Milano, nel Municipio 2, il terzo centro donna della città

Inaugurato ieri il Centro Milano donna, un luogo in cui trovare ascolto e aiuto, ma anche semplicemente un luogo sicuro in cui sviluppar i propri interessi.

Un posto dove imparare cose nuove, raccogliere informazioni utili, trovare aiuto in situazioni specifiche di difficoltà. Ma anche un luogo di socialità dove guardare un film, fare yoga o ginnastica, organizzare una gita o semplicemente stare insieme e divertirsi. È il Centro Milano donna (CMD) inaugurato ieri, mercoledì 27 novembre, in via Sant’Uguzzone, nel Municipio 2. Si tratta del terzo centro che apre in città, dopo quelli di via Consolini, nel quartiere Gallaratese, e in viale Faenza, alla Barona, attivi già dal 2018.

All’appuntamento hanno preso parte il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, la Delegata del Sindaco alle Pari opportunità di genere Daria Colombo, il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina, l’assessora del Municipio 2 Laura Luppi e la fondatrice di Telefono donna, l’associazione che gestirà l’attività del centro, Stefania Bartoccetti.

“Il Centro Milano donna che inauguriamo oggi – ha spiegato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala – sarà un importante punto di riferimento per le donne e per i cittadini del quartiere: è uno spazio di prevenzione e di risposta permanente che si rivolge principalmente alle donne, perché aiutare le donne vuol dire aiutare l’intera società. I centri che stiamo aprendo in tutti i municipi sono luoghi aperti, accoglienti e informali, dove formazione, ascolto, sostegno e socialità sono le parole d’ordine. L’apertura del Centro Milano donna nel Municipio 2 è espressione concreta dell’impegno dell’Amministrazione nel mettere al centro i bisogni dei cittadini e i singoli quartieri della città”.

“Stiamo lavorando perché ogni municipio nei prossimi anni possa avere il proprio Centro Milano donna, con l’obiettivo di aumentare l’inclusione delle donne, il loro senso di autoefficacia e la loro partecipazione attiva alla vita della città – ha affermato Daria Colombo, Delegata del Sindaco Sala alle Pari opportunità di genere, che ha avuto dall’Amministrazione l’incarico di realizzare il progetto -. Siamo convinti che la creazione dei CMD, con i loro servizi  per i bambini, gli adolescenti e gli anziani, oltre a essere utile alle donne, offra un aiuto alle famiglie intere. E poiché sono ancora soprattutto le donne a farsi carico della maggioranza dei problemi familiari,  agirà indirettamente su tutto il territorio”.