ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 25 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Animalisti in rivolta per il ritorno del circo

 

Tutte le associazioni sono pronte a dare battaglia, il tendone verrà allestito il 14 marzo in Via Adamoli e vi resterà fino al 7 di aprile.

Gli amici degli animali si preparano a schierarsi nuovamente per protestare contro la presenza del circo a Genova: saranno organizzati presidi quotidiani per sensibilizzare la città sulle condizioni degli animali impiegati nei circhi.

La Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani e la Federazione Veterinaria Europea hanno dichiarato «Nei circhi non esiste la possibilità che il benessere degli animali e il rispetto delle loro esigenze etologiche siano garantiti».

Gli animalisti son fermamente intenzionati a manifestare anche quest’anno, sostengono infatti «Non c’è nulla di educativo nel ridere di esseri incatenati o costretti a compiere esercizi imparati con l’uso di strumenti che causano dolore. Al contrario, spiegando ai bambini la triste realtà di quegli animali, possiamo insegnare valori importanti come empatia, rispetto e giustizia».

I manifestanti hanno citato la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, in quanto è importante ricordare che la Cites ha regolarizzato l’utilizzo e la detenzione di animali esotici in circhi e spettacoli itineranti. Chiedono inoltre che gli enti designati vigilino affinché le norme stabilite vengano rispettate e che Genova segua l’esempio di molte altre città italiane che si sono espresse fortemente e pubblicamente contrarie all’impiego di animali negli spettacoli.