Breaking News Streaming
Sei in: Home / Edizioni Locali / Bari / Ancora grave la bambina lanciata dal balcone da suo padre

Ancora grave la bambina lanciata dal balcone da suo padre

Condizioni “stazionarie nella permanente gravità” quelle della bambina di 6 anni lanciata ieri dal padre da un balcone del terzo piano.

L’uomo arrestato ieri, dopo un litigio avvenuto telefonicamente con sua moglie da cui era separato, ha letteralmente lanciato sua figlia dal balcone dell’abitazione di sua madre ed ha accoltellato suo figlio di 14 anni al collo, che guarirà in due settimane circa.

Il personale medico dell’Ospedale Santissima Annunziata di Taranto invece, continua a monitorare lo stato di salute della piccola, in condizioni a dir poco gravissime.

La bambina ha riportato un trauma cranico, un trauma facciale e lesioni importanti al torace, ed è stata sottoposta così ad un intervento chirurgico.

La vicenda è avvenuta ieri in uno degli appartamenti del Rione Paolo VI di Taranto, nell’abitazione della nonna paterna, a cui erano stati affidati i bambini dopo la separazione dei genitori.

Il 49enne aveva perso la sua podestà genitoriale per precedenti maltrattamenti familiari ed è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Al suo arresto, migliaia di persone inferocite lo hanno attaccato e i Carabinieri lo hanno dovuto sottrarre al linciaggio.

Durante l’accaduto, in casa erano presenti la madre dell’uomo, suo fratello e sua nipote, che hanno cercato invano di bloccare l’uomo; la loro testimonianza è al vaglio degli inquirenti. Sono stati ascoltati anche la madre dei bambini, vicini di casa e altri parenti.