Sei in: Home > Archivio > Amianto – Operaio morto per mesotelioma, il tribunale: malattia professionale

Amianto – Operaio morto per mesotelioma, il tribunale: malattia professionale

Il tribunale di Mantova non aveva accolto la richiesta di un operaio affetto da mesotelioma pleurico, poi deceduto, che aveva chiesto che la sua malattia venisse riconosciuta comemalattia professionale. Ora però la Corte d'Appello di Brescia ha dato ragione a lui e ai suoi familiari.
L'operaio si era trasferito a mantova dopo aver lavorato per anni con una ditta dell'indotto del'Arsenale di Taranto: proprio a bordo delle navi della Marina Militare l'uomo sarebbe entrato a contatto con le terribili polveri d'amianto, contraendo la malattia mortale.
“Una morte da amianto finalmente riconosciuta e per la quale Contramianto, che ha assistito costantemente la famiglia, aveva chiesto giustizia anche nelle aule parlamentari – ha dichiarato Luciano Carleo, presidente dell'associazione Contramianto e altri rischi onlus – Ci sono voluti quasi cinque anni e tanta tenacia per ottenere giustizia per un diritto legittimo per chi ha contratto un tumore alla pleura lavorando a bordo di navi militari imbottite di amianto”.