Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Alpinisti bloccati sul Monte Rosa, arrivano i soccorsi

Alpinisti bloccati sul Monte Rosa, arrivano i soccorsi

I tre alpinisti sono rimasti bloccati a 3.800 metri di quota nella zona tra le Rocce Nere e il Polluce

L’alpinismo al giorno d’oggi è diventato una sfida pericolosa, e la montagna una nemica da non sottovalutare. Abbiamo ancora negli occhi le immagini terrificanti dei corpi senza vita dei due alpinisti morti sul Nanga Parbat, Daniele Nardi e Tom Ballard, tratteniamo, seppur per poco, l’illusa speranza che gli alpinisti austriaci David Lama e Hansjoerg Auer e lo statunitense Jess Roskelley, dispersi da giorni sulle Canadian Rockies, siano ancora vivi.

Una tragedia al giorno. Anche questa sera sul Monte Rosa si sta sfiorando il dramma. Tre alpinisti sono bloccati, in difficoltà, a 3.800 metri di quota nella zona tra le Rocce Nere e il Polluce, nel gruppo del Monte Rosa. Hanno smarrito la giusta direzione a causa del maltempo. Una squadra di guide alpine del soccorso alpino valdostano e di finanzieri del Sagf di Breuil-Cervinia sta cercando di raggiungerli a piedi.

La loro posizione era stata indicata tramite il telefono, ma ora non sono più raggiungibili.

Altri due alpinisti che facevano parte del gruppo sono riusciti a raggiungere autonomamente il Rifugio Guide di Ayas grazie al rumore del generatore di corrente che era stato acceso dal gestore per consentire loro di orientarsi.