ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 25 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

AlmaLaurea: il 95% dei Dottori di Ricerca dell’Università di Trieste è impiegato a un anno dal titolo

Il tasso di occupazione dei Dottori di Ricerca dell’Università degli Studi di Trieste è del 95% contro il 91% della media nazionale.

E’ il dato centrale emerso dall’indagine Almalaurea dedicata agli studenti di III livello delle Università italiane.

Il profilo dei dottori di Ricerca UniTS è posizionato in maniera ottima anche per quanto riguarda la retribuzione mensile (1.637 Euro in media) e il tipo di professione: l’85,3% degli occupati svolge un ruolo intellettuale, scientifico e di elevata specializzazione.

Il 73,3% ritiene che il titolo di Dottore di ricerca sia molto efficace per il lavoro svolto. Il 71,4% degli occupati dichiara di utilizzare in misura elevata le competenze acquisite durante il percorso di studio.

In generale, la valutazione dell’acquisizione di nuove competenze e abilità specifiche ha ottenuto in media un punteggio di 8 (scala 1-10).

Ma dove vanno a lavorare i Dottori di Ricerca UniTS? Il 68% dei dottori di ricerca è occupato nel settore pubblico (contro il 66% della media nazionale). Sono apprezzatissimi dall’Industria che accoglie il 22% degli occupati (media italiana 9%). L’85,5% degli occupati dichiara di lavorare al Nord e quasi il 6% all’estero.

I dottori di ricerca del 2021 dell’Università di Trieste, coinvolti nel VII Report Almalaurea, sono 100.

Il Report sul Profilo dei dottori di ricerca ha analizzato le performance formative di 4.303 dottori di ricerca del 2021 di 33 atenei. Il Report di AlmaLaurea sulla Condizione occupazionale dei dottori di ricerca ha analizzato 5.255 dottori di ricerca del 2020 di 45 atenei, contattati a un anno dal conseguimento del titolo.